Pillola del giorno dopo in valigia per tante ragazze pronte per le ferie

da , il

    pillola del giorno dopo vacanze

    Abbiamo parlato spesso di pillola del giorno dopo e della difficoltà di reperirla. Oggi il tono di questo post è un po’ diverso e dipende dal fatto che un recente sondaggio di Girlpower ha messo in luce una nuova tendenza, quanto scandalosa. Il 40% delle ragazze porterà con sé durante le vacanze una confezione di quest’anticoncezionale di emergenza per evitare di trovarsi senza nel momento del bisogno. È davvero una notizia assurda, ma vediamo insieme perché e soprattutto il resto dei dati.

    Prima cosa non è un farmaco, in Italia, così facile da reperire. Si fa fatica in caso di bisogno, vorrei capire come fare a metterselo in valigia preventivamente. Forse andando al pronto soccorso e fingendo di aver avuto un rapporto non protetto? Il 25% ha risposto così.

    Questo comportamento mette a rischio le ragazze che un giorno, invece, avranno davvero bisogno di prendere questa pillola. Inoltre, si chiama contraccettivo di emergenza, nella vita di tutti i giorni ci sono la classica pillola e il preservativo. Li abbiamo forse dimenticati?

    “Come psicologa consulente nel campo della sessuologia mi sento di dover dissentire dalla scelta di molte ragazze di ricorrere con facilità all’utilizzo della pillola del giorno dopo per ragioni puramente legate alla salute. Portarsi in vacanza una sorta di ‘scorta’ fa pensare a un uso leggero e privo di reali conoscenze riguardo agli effetti collaterali“, ha dichiarato Eleonora Manna, psicologa e psicoterapeuta esperta in sessualità e relazioni affettive.