Pillola, come funziona? Non lo sa il 98% delle donne

da , il

    pillola anticoncezionale funzionamento

    La pillola è molto usata, ma le donne (nel 98 percento dei casi) non sanno come realmente funzioni. Serve per evitare gravidanze indesiderate: questo è chiaro. Ma come fa a bloccare quest’eventualità? È un mistero per quasi la totalità delle consumatrici. Lo ha verificato una ricerca condotta in Germania, Francia, Gran Bretagna, Svezia e Romania, e pubblicata sulla rivista Contraception. Ricordiamo che la pillola, l’anno scorso, ha compiuto 50 anni ed è utilizzata da 100 milioni di signore.

    È quindi un farmaco di uso comune e nonostante ciò la maggior parte delle donne, a prescindere dal livello culturale, non ha idea di quali meccanismi siano nascosti dietro l’anticoncezionale orale. Ma c’è di più. Il 75 percento vorrebbe conoscerli.

    In questo contesto, un ruolo chiave dovrebbe essere quello del ginecologo. A loro il compito, in fase di prescrizione, di spiegare i meccanismi di questo farmaco, superando tutti quei luoghi comuni e quei pregiudizi che per anni hanno caratterizzato la pillola. Spesso il farmaco viene preso, non solo come anticoncezionale, ma per curare alcuni disturbi femminili: mestruazioni abbondanti e irregolari, acne, endometriosi, ovaio policistico ecc.

    Il prof. Francesco Primiero dell’ Università di Roma “La Sapienza”, ha spiegato: “I progestinici di ultima generazione, come il drospirenone, rispondono meglio a queste esigenze, con un profilo rischi/benefici a favore dei benefici, aspetto condiviso anche dai comitati riuniti dall’FDA a dicembre 2011”.

    Per quanto riguarda l’assunzione, secondo il rapporto World Contraceptive Use 2011, nel mondo oggi utilizza la pillola in media l’8,8% delle donne. Ci sono dettagli interessanti, per esempio Germania, Algeria e Belgio sono paesi con più utilizzatrici, mentre in fondo alla classifica troviamo Tunisia, Botswana e Iraq.