Partorire due gemelli

da , il

    Capita una volta ogni novanta gravidanze, però la possibilità di restare incinta di due gemelli esiste e le future mamme s’interrogano spesso sul tipo di parto che le aspetta. In effetti, è risaputo che le gravidanze gemellari sono più complesse e hanno maggiori complicazioni.

    La prima cosa da fare è distinguere le principali possibilità in base alla posizione dei bambini. Di solito, se entrambi i feti si presentano con la testa rivolta in basso o anche solo il primo dei due (quello situato più in basso) solitamente si opta per il parto spontaneo, mentre se sono podalici (ovvero si presentano di piedi) si decide il parto cesareo.

    Ovviamente i casi sono tutti differenti e non si può fare, in un post come questo, informazione scientifica. Sto solo cercando di darvi un’idea. I gemelli, inoltre, possono avere una placenta unica e un unico sacco amniotico oppure un’unica placenta e due sacchi amniotici, o ancora due placente separate e due sacchi amniotici separati, che è la situazione più favorevole per i bambini.

    E’ capitato anche che dopo il parto del primo gemello si decida di far nascere il secondo col taglio cesareo, questo nel caso di scorretto posizionamento del secondo o di una sua sofferenza in utero.

    Sappiate che il travaglio gemellare è stato dimostrato essere più rapido del parto singolo del 20-30%, poiché la massa uterina che preme sul collo uterino provocandone la dilatazione è maggiore e accelera il procedimento.

    Dolcetto o scherzetto?