Parto prematuro: individuato un gene responsabile

da , il

    Parto prematuro gene

    Il parto prematuro è un evento che può interessare una percentuale non insignificante di gravidanze, e che, anche se con le nuove tecnologie e l’assistenza immediata al neonato non ha conseguenze drammatiche, pure i medici cercano sempre di scongiurare. Una nascita pretermine, infatti, indica che il bambino viene al mondo senza aver completato la maturazione e lo sviluppo di tutte le sue funzioni vitali, e perciò necessita di un aiuto “meccanico” per supplire a questi deficit, finché non sarà abbastanza autonomo da cominciare la sua normale vita di neonato. Tra le tante cause che possono determinare un parto prematuro, ve ne potrebbe essere una genetica.

    I ricercatori della Vanderbilt University, della Washington University e dell’Università di Helsinki, infatti, hanno individuato un gene responsabile di indurre una nascita pretermine. Si tratta di una variante del gene Fshr, che agisce come stimolo sui ricettori ormonali dei follicoli. Come sono giunti gli scienziati a questa scoperta? Hanno dimostrato una teoria.

    Partendo dal presupposto che le donne, nel senso di femmine degli esseri umani, sono dotate di un canale di nascita più stretto rispetto agli altri mammiferi, e che questa caratteristica anatomica potrebbe essere frutto dell’evoluzione genetica volta al fine di far nascere i bambini prima, hanno cominciato a studiare il “pacchetto” di geni che in noi si sono evoluti più velocemente rispetto agli altri animali.

    Di questi, gli studiosi ne hanno prima selezionato 150, poi hanno effettuato delle ricerche sul DNA di 328 neo mamme che avevano avuto parti prematuri. E’ in questo modo che è stato individuato il gene Fshr, anzi, la sua variante. “In futuro potremo predire quali donne hanno un rischio maggiore di nascita pretermine e prevenirlo – hanno spiegato i ricercatori – Il fenomeno rimane legato sia a cause genetiche che ambientali, ma almeno una parte delle donne a rischio potrebbe essere trovata”.