Parto ad alta quota, su volo Alitalia, per una mamma francese. Quando si dice la cicogna…

da , il

    Parto volo Alitalia

    Non l’ha proprio portato la cicogna ma… quasi! Eccezionale parto su un volo Alitalia diretto a Parigi, che per fortuna si è svolto in modo regolare, senza particolari complicazioni, nonostante la location… non proprio adeguata, e l’aiuto di personale non specializzato in assistenza ostetrica. Ma si sa, i bambini hanno la facoltà di nascere ovunque, con qualunque tempo, su qualunque mezzo, a qualsiasi ora, ci fosse anche la guerra o il terremoto. E del resto, quanti bebè sono venuti al mondo in modi fortunosi, anche di recente tra i migranti che su malandate carrette del mare tentavano di raggiungere le coste di Lampedusa.

    Potere della vita che vince su tutto. Ma torniamo al lieto evento… aereo! Il volo AZ 3508, Alitalia, partito ieri sera dall’aeroporto Linate di Milano e diretto al Charles De Gaulle di Parigi, era più o meno a metà del suo percorso, quando una donna incinta di nazionalità francese, ha avuto le prime contrazioni. Posso immaginare il panico a bordo, sia per la partoriente che per gli altri passeggeri che, soprattutto, per il personale dell’aeromobile!

    E’ stato proprio grazie al pronto intervento e all’assistenza di quest’ultimo, se il neonato è venuto alla luce senza difficoltà. Si tratta di un maschietto, nato esattamente pochi minuti dopo l’atterraggio del volo, alle ore 19:21, guadagnandosi anche un bell’applauso (di sollievo, oltre che di gioia) da parte di tutti i passeggeri.

    Insomma, che dire, una avventura finita bene per la neo mamma e per il neonato, che, data la peculiarità della sua nascita, come minimo sarà destinato a diventare un pilota… non credete? Oppure, più semplicemente, uno che fa castelli in… aria, che non tiene in piedi per terra che… vabbé, avete capito! Comunque sia, una bella storia da raccontare, auguri!