Pacco neonatale in regalo a tutte le neomamme finlandesi

da , il

    Pacco neonatale finlandese

    Altro che buoni bebè o sovvenzioni per il sostegno alla maternità, in Finlandia l’aiuto concreto alle nuove nascite si chiama pacco neonatale, che viene regalato a tutte le neomamme. Una scatola che diventa culla e lettino, ma anche un vero e proprio pacco regalo pieno di prodotti utili, come i pannolini o i giocattoli, e di vestitini per il nuovo arrivato. Un tradizione che ha quasi cent’anni, quella del pacco neonatale e che, iniziata, nel 1930, nel paese scandinavo, continua a evolversi e a ricevere il pieno di consensi.

    Di cosa si tratta

    Äitiyspakkaus : ecco il vero nome del pacco neonatale al quale ogni neomamma finlandese ha diritto. Dal 1930 la Kela, cioè l’istituto di previdenza finlandese paragonabile all’Inps italiano, invia alle neomamme una scatola di cartone delle dimensioni e dello spessore sufficiente per trasformarsi in una culla e in un lettino, per farci dormire il piccolo per i suoi primi sei mesi di vita.

    Una scatola dove far dormire un neonato, un po’ anacronistico, tutto qui? In realtà no, anzi. La scatola è completa di tutto il necessario per accudire un bambino nei primi mesi di vita. Dai pannolini ai vestiti, dalle calze alla crema fino alle salviettine igieniche, non manca nulla, o quasi. Questo gradito regalo statale, inizialmente destinato solo alle famiglie più indigenti, dal 1949 è stato esteso a tutte le neomamme finlandesi, per evitare distinzioni di classi o ceti sociali.

    Un sostegno prezioso per i neogenitori, che ha permesso anche di migliorare le condizioni di salute e igienico sanitarie di molti bimbi nell’arco del secolo scorso, anche nei periodi storici più difficili. Tra le regole per poter ricevere il pacco neonatale l’obbligo, prima del quarto mese di gravidanza, per le donne in dolce attesa di sottoporsi a una visita prenatale presso una struttura medica.

    La scatola, che è anche culla e lettino contiene: materasso, copri materasso, lenzuolo di sotto, copripiumino, coperta, sacco a pelo o trapunta; tuta da neve, cappello, guanti e stivaletti impermeabili; abito con cappuccio e una tuta leggera fatta a maglia; calze e guanti, cappello e passamontagna; body, tutine e leggings in colori e modelli unisex; asciugamano con cappuccio da bagno, forbicine per le unghie, spazzola per capelli, spazzolino da denti, termometro da bagno, crema, salviettine igieniche; pannolini di stoffa (niente pannolini usa e getta nel rispetto della natura); un libro illustrato e un giocattolo per la dentizione; coppette lavabili per il reggiseno, preservativi.

    Un dono gradito, che però la futura mamma può decidere di “barattare” o, meglio, di convertire in denaro, scegliendo di farsi dare 180 dollari (circa 140 euro). Il pacco è talmente ben accetto, che la maggior parte delle finlandesi non prende nemmeno in considerazione lo scambio con il denaro.

    Dolcetto o scherzetto?