Olimpiadi di Londra 2012, Nur Suryani in gara con il pancione

Malaysian pregnant Olympic athlete Nur Suryani

Alle Olimpiadi di Londra 2012, la giovane atleta malese Nur Mohamed Suryani Taibi gareggerà in uno sport poco conosciuto, chiamato Air rifle, e avrà perciò in mano un grosso fucile con cui dovrà centrare un bersaglio. Ma che vinca o meno una medaglia, Nur un bel traguardo lo raggiungerà di certo: sarà la prima atleta a gareggiare all’ottavo mese di gravidanza. Ci pensate? Con il suo bel pancione ha dovuto superare una trafila burocratica abbastanza logica, visto il suo stato, ma ha avuto la soddisfazione non solo di essere scelta per rappresentare la sua nazione, la Malesia, quale prima atleta donna a cimentarsi nello Air Rifle, ma soprattutto di entrare nel piccolo novero delle atlete olimpiche in dolce attesa. Una bella soddisfazione!

Ma la gravidanza così avanzata potrebbe costituire un problema per lei? Il suo sport prevede soprattutto capacità di concentrazione, buona respirazione ed equilibrio, indispensabili per prendere la mira e centrare il bersaglio. Quindi, in linea teorica, il fatto di essere incinta non dovrebbe “interferire” con la sua performance olimpica. La nostra Nur è in attesa di una femminuccia, e ha già informato che intende “parlare” con la sua bimba, in modo da coinvolgerla nella sua avventura sportiva.

Mamma sta per sparare solo un po’, puoi stare tranquilla?”, così calmerà la sua piccola nel pancione. Davvero una vicenda carina, tuttavia per Nur non è stato così semplice convincere la autorità olimpiche che il suo stato di gravidanza non sarebbe stato un ostacolo per la sua partecipazione alle gare. Del resto, la giovane quel volo per Londra 2012 se l’era ben sudato: “Ho ottenuto la qualifica e quel posto doveva essere mio”, aveva annunciato dopo aver scoperto (a pochi giorni dalla conquista della qualificazione), di essere rimasta incinta.

“Ho dovuto convincere e rassicurare le autorità sportive malesi sul mio stato di salute e ho assicurato loro che sarei stata in forma per la competizione di Londra”. Ma tutto è bene quel che finisce bene. Nur avrà la gioia di rappresentare il suo Paese nella sua disciplina sportiva, e in più di farlo con la sua bimba in grembo: “La mia pancia è più popolare di me“, ha commentato a proposito dell’improvviso clamore suscitato sui Media dalla sua gravidanza.

Questa atleta-mamma cominciò giovanissima a tirare di fucile, fin da quando aveva 14 anni, e già da allora il suo obiettivo era proprio quello di arrivare alle Olimpiadi: “Ho sempre cercato di sparare al meglio delle mie possibilità per puntare in alto”, ha raccontato, concludendo: “Ho sempre mirato alla perfezione e tutto ciò che arriva dopo è la conseguenza”. Obiettivo centrato, e brava Nur. Speriamo, a questo punto, che arrivi anche una bella medaglia per questa coraggiosa e determinata futura mamma!

Segui Pour Femme
Leggi altro su:

Giovedì 26/07/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Scopri PourFemme
torna su