Obesità bambini, in Italia problemi per più di un milione di ragazzini

  • Commenta
bambini problemi sovrappeso obesita

Problemi di sovrappeso e di obesità per circa un milione e centomila bambini tra i 6 e gli 11 anni: questa è la cruda realtà italiana dove, nonostante i tantissimi appelli, molti genitori ancora non sanno come impostare una corretta alimentazione nei loro figli. Questa situazione è recentemente stata denunciata dal progetto Okkio alla salute, del Ministero della Salute. Si tratta infatti di una situazione allarmante perché il sovrappeso e l’obesità, soprattutto quando cominciano in tenera età, sono davvero difficili da combattere e da vincere.

Gli errori dei genitori nell’alimentazione dei bambini
Andrebbe sempre ricordato che, in assenza ovviamente di gravi patologie, la colpa di questa condizione nei bambini è al 100 % dei genitori. Sono troppi i bambini che passano pomeriggi interi davanti alla TV rimpinzandosi di merendine e di bibite ipercaloriche e zuccherate. Spesso poi i genitori assecondando i capricci dei loro bambini non fanno altro che fare il loro male: un bambino dovrebbe essere abituato, fin dalla più tenera età a mangiare di tutto ma soprattutto ad apprezzare anche la frutta e la verdura e i cibi sani.

Genitori e bambini: un rapporto sempre difficile con il cibo
Questo difficile rapporto è stato analizzato anche da Paola Di Pietro, nel suo libro “Bimbi in forma senza diete”. Allarmanti come detto anche i dati del progetto Okkio alla salute, promosso dal Ministero della Salute, che rivela come circa un milione e centomila bambini tra i 6 e gli 11 anni sia sovrappeso. Pensate che il 22,9% dei bambini di terza elementare è sovrappeso e l’11,1% è addirittura obeso. I genitori dovrebbero sempre ricordare che, una volta che un bambino manifesta problemi di sovrappeso, costringerlo ad una dieta ipocalorica potrebbe essere molto molto difficile. Ovviamente è molto pericoloso anche l’atteggiamento opposto, ovvero quello delle mamme ossessionate dal fisico che tendono a dieta ferrea anche le figlie, facendole sempre sentire inadeguate. “Le ragazzine in questo modo sono indotte ad avere cura del proprio corpo non con l’obiettivo del benessere ma per renderlo piacevole agli altri. Il rischio è che possano perdere il senso di sé, l’autostima e anche la misura, ritrovandosi anch’esse ossessionate dall’aspetto esteriore e dal proprio peso, fino a sviluppare nell’adolescenza disturbi del comportamento alimentare come bulimia e anoressia” sottolinea Paola Di Pietro .

Come aiutare un bambino a dimagrire
Una volta che un bambino presenta problemi di sovrappeso o di obesità, la prima cosa da fare sarà prendere coscienza del problema, cosa abbastanza difficile per molti genitori. In secondo luogo, sarà necessario contattare uno specialista che non solo cercherà la soluzione migliore per far dimagrire il piccolo ma che aiuterà anche i genitori a cambiare stile alimentare. Come sottolinea Paola Di Pietro infatti: “La strategia è quella di cambiare insieme in tre mosse: dando il buon esempio a tavola, stimolandolo a raccontarsi per come si percepisce e fissando insieme obiettivi raggiungibili senza mai perdere il piacere di mangiare”.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Mercoledì 16/05/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
1
2
3
4
5
6
8
Scelti da voi
10
Paper Project
11
Segui PourFemme
Ultimi Video 12
 
14

Scarica gratis l'applicazione PourFemme

IPHONE IPAD ANDROID
16
17
Scopri PourFemme
18
19
torna su