NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nuovo Bonus Nido 2017: 150 euro erogate dalle aziende

Nuovo Bonus Nido 2017: 150 euro erogate dalle aziende

Un aiuto alle famiglie per l'iscrizione dei bambini all'asilo nido

da in Asilo Nido, Attualità per mamme, Bonus famiglia, Famiglia
Ultimo aggiornamento:
    Nuovo Bonus Nido 2017: 150 euro erogate dalle aziende

    C’è fermento nell’aria riguardo agli aiuti alle famiglie previste dal Governo per il 2017. E’ notizia di oggi di un nuovo Bonus Nido: 150 euro erogate dalle aziende che dovrebbe essere erogato a partire da settembre da utilizzare per iscrivere il proprio figlio in uno degli asili nido accreditati o a gestione comunale. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere per poterlo richiedere.

    Forse complice il calo demografico, ma gli interventi nella legge di bilancio sono orientati all’investimento sulla famiglia, sulla gravidanza e sui figli. Dagli 800 euro destinati ai nati dal primo gennaio 2017 ai 600 euro per 6 mesi in alternativa al congedo parentale passando per il fondo credito bebè che concede prestiti agevolati per sostenere le spese di un nuovo nato, il Governo vuole evidentemente far risalire l’Italia dal fondo della classifica della natalità in Europa. Le agevolazioni a sostegno della famiglia si muovono infatti a far si che la famiglia possa sostenere il peso economico della gravidanza e delle spese per i nuovi nati.

    Fra gli interventi che sta mettendo in campo ecco la notizia dedicata alle mamme ai papà che a settembre vogliono iscrivere il proprio figlio all’asilo nido.
    Un bonus da 150 euro previsto dal Riforma 0-6 contenuta nella Buona Scuola da utilizzare presso gli asili nido comunali o le strutture accreditate per sostenere il costo della retta mensile. Del resto la riforma legislativa dalla nascita fino ai 6 anni si è posta l’obiettivo di garantire ai bambini pari opportunità di educazione, istruzione, cura, relazione e gioco, superando le disuguaglianze anche a livello economico.

    Il nuovo voucher da 150 euro verrà erogato ai propri dipendenti dalle aziende, sia esse pubbliche che private, ed esso non prevede oneri fiscali o previdenziali nè per il lavoratore, nè per il datore di lavoro.
    Del tutto simile al funzionamento dei buoni pasto, il bonus vuole favorire l’occupazione femminile, perchè grazie ad esso le mamme potranno rientrare a lavorare affidando i nuovi nati alle cure di nidi e nei micronidi, la cui retta verrà stabilita sulla base dell’Isee del nucleo familiare.

    Resta ancora da chiarire però se questo nuovo bonus sarà accumulabile con il bonus asilo nido 2017 da 1.000 euro erogato nei primi tre anni del bambino, pari a circa 91 euro al mese.

    Ti potrebbero interessare anche:
    - Bonus babysitter e asilo nido 2017: come funziona e come richiederlo
    - Bonus bebè 2017: a chi spetta e le informazioni Inps
    - Bonus famiglia 2017: a chi spettano e come si richiedono
    - Bonus mamma domani 2017: come richiederlo e requisiti
    - Bonus asilo nido 2017: requisiti, domanda e come richiederlo

    555

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Asilo NidoAttualità per mammeBonus famigliaFamiglia
    PIÙ POPOLARI