Neonato in vacanza: cosa mettere in valigia? [FOTO]

da , il

    Tutta la famiglia, neonato compreso, in vacanza, cosa mettere in valigia? Ora che a casa c’è un nuovo piccolo arrivato, anche i bagagli per andare in viaggio devono essere scelti e organizzati di conseguenza. Piccolissimo, ma con mille esigenze diverse, per le sue prime vacanze estive lontane da casa il bimbo ha bisogno di alcune cose indispensabili.

    La lista perfetta

    La prima cosa da fare è la lista del necessario, per essere sicuri di non dimenticare nulla. Infatti, quando in famiglia c’è un nuovo arrivato, anche i bagagli, in previsione e preparazione delle tanto agognate vacanze estive, meritano una buona dose di organizzazione e “premeditazione” extra. Mamma e papà possono anche improvvisare i bagagli per loro stessi, ma per i bambini meglio di no.

    Il consiglio è di stendere un vero e proprio elenco, qualche giorno prima della partenza, con tutti gli elementi indispensabili per il neonato. Meglio prima che dopo: l’anticipo è d’obbligo soprattutto per essere sicuri di avere tutto e per avere il tempo di acquistare, eventualmente, quello che manca senza ansie o stress dell’ultimo minuto.

    Un trucco facile e veloce per stendere l’elenco perfetto? Dividere la vita e le esigenze del neonato per categorie: abbigliamento, igiene e pulizia, alimentazione, nanna e gioco. Per ogni categoria basta scrivere tutto il necessario e la lista è fatta. Da non dimenticare poi il viaggio, il tragitto verso e da la meta prescelta che necessita di un kit di “sopravvivenza” dedicato al bimbo a parte.

    Tutto il necessario

    Alla voce “abbigliamento” non dovrebbero mancare: i vestitini, almeno due cambi ogni giorno; golfini (almeno tre a settimana); calze e body (almeno due per giorno); due copertine, alcune bavaglie (almeno tre la settimana); cappellini e bandane (per proteggerlo dal sole); scarpe.

    Per quanto riguarda il settore “igiene e pulizia”, meglio mettere in valigia: tutto l’occorrente per il cambio, cioè pannolini (5-8 per ogni giorno), la crema lenitiva, le salviettine detergenti e igienizzanti, salviette di spugna (2-3 la settimana); un fasciatoio mobile, dotandosi di materassino gonfiabile e vaschetta di plastica (se si viaggia in auto); tutto il necessario per il bagnetto, cioè il bagnoschiuma a ph neutro, lo shampoo a ph neutro, la crema idratante ed emolliente, da spalmare sulla pelle del bebè dopo il bagno, l’accappatoio o la salvietta (due la settimana).

    Anche l’alimentazione merita uno spazio importante in valigia, sempre che il piccolo non sia allattato al seno. Nelle altre eventualità è indispensabile, prevedere un bagaglio apposito con: latte in polvere; biberon (almeno tre) con tettarelle di ricambio; acqua minerale (necessaria per diluire il latte in polvere).

    Nanna e gioco vogliono in valigia: una culla o un lettino da viaggio, se l’hotel o l’appartamento scelto per le vacanze non offrono soluzioni alternative, e i lenzuolini (almeno due la settimana); i giochi che conciliano e accompagno il sonno del bimbo; qualche peluches e qualche gioco a cui sembra già affezionato, per farlo sentire a casa anche in viaggio.

    La borsa da viaggio

    Il neonato ha una serie di esigenze anche durante il viaggio, durante gli spostamenti. Allo scopo, meglio mettere in conto una borsa da tenere a portata di mano. Borsa che dovrebbe contenere: tutto l’occorrente per la pappa, per il cambio, un completo di vestiti di ricambio, una coperta, un golfino e un giocattolo.