Neonati, le nuove carte INeS

da , il

    neonati percetili misure

    Quali sono i parametri dei neonati? Allora abbiamo il peso, la lunghezza e la circonferenza del cranio. Questi tre elementi sono chiamati percentili. Gli standard di confronto mostrano che questi paramenti sono stati elaborati prendendo come modello le curve neonatali straniere e alcune curve su dati nazionali. Risultato? Non sono affidabili. Sono state così realizzate le nuove carte INeS (Italian Neonatal Study). Il merito è di nuovo studio condotto da un team di esperti italiani e 34 centri neonatali nazionali. Ma vediamo meglio cosa è emerso.

    Prima di tutto c’è stato uno screening che ha considerato più di 45 mila neonati, distinti per sesso e classificati in base a peso, lunghezza e circonferenza cranica a partire dalle 23 settimane di età gestazionale.

    Questi dati sono stati finalmente raccolto nelle carte INeS, le prime italiane ed europee. Ora si stanno elaborando quelle per i gemelli e per i bimbi nati da genitori di altre nazionalità. In questo modo potranno venire alla luce le differenze antropometriche e magari anche la possibilità di costruire nuove carte, per la popolazione emergente, sempre più multietnica e con miscugli di razze.

    Le carte, per esempio, permettono di identificare alcune categorie di neonati che possono essere a rischio di sviluppare particolari condizioni patologiche nel periodo neonatale e anche a distanza. Per saperne di più, le potete liberamente consultare sul sito: www.inescharts.com.