Neonati, il calendario delle vaccinazioni

da , il

    Medical consultation

    Neonati, il calendario delle vaccinazioni . Perché quando si tratta di salute del bambino durante la prima infanzia, durante i suoi primi mesi di vita, le vaccinazioni rappresentano un capito importante, anzi, fondamentale. In particolare, secondo le leggi italiane, esistono alcune vaccinazioni obbligatorie, a cui devono essere sottoposti tutti i nuovi nati, e alcune solo raccomandate. Ecco quali sono e quando vanno fatte.

    Le vaccinazioni obbligatorie

    Il vaccino per la difterite, che solitamente è combinato con quelli di tetano e pertosse. Tre dosi di vaccino durante il primo anno di vita: al 3°, al 5° e al 12° mese. I richiami, invece vanno fatti a 5-6 anni, a 14-15 anni e, poi, con cadenza decennale.

    Il vaccino per il tetano: tre dosi nel primo anno di vita, al 3°, al 5° e al 12° mese; due richiami a 5-6 anni e a 14-15 anni.

    Il vaccino per la poliomielite: tre dosi nel corso del primo anno di vita del bambino, al 3°, al 5° e al 12° mese; un richiamo a 5-6 anni.

    Il vaccino contro l’epatite B: nel primo anno di vita si somministrano tre dosi, al 3°, al 5° e tra ll’11° e il 12° mese.

    Le vaccinazioni raccomandate

    Il vaccino per la pertosse: al 3°, al 5° e al 12° mese si somministrano tre dosi; poi richiami a 5-6 anni, a 14-15 anni e, successivamente, con cadenza decennale.

    Il vaccino combinato morbillo-parotite-rosolia, da somministrare in due dosi, la prima tra il 13° e il 15° mese di vita, la seconda tra gli 11 e i 12 anni.

    Vaccinazione contro le infezioni da Haemophilus influenzae B (Hib), da non confondere con l’influenza, che protegge dalla principale causa di meningite batterica. Sono necessarie tre dosi di vaccino durante il primo anno di vita: al 3°, al 5° e tra ll’11° e il 12° mese.