Mom Camp ha radunato le mamme del web

da , il

    momcamp

    È tornato Mom Camp e ha coinvolto numerose mamme, accorse da tutta Italia. Fare la madre è il lavoro più antico e faticoso del mondo e oggi, con la pesante crisi che caratterizza questo momento, le difficoltà sono ancor più numerose. Le mamme di nuova generazione sono “multimediali”: si collegano al web per scambiarsi idee, consigli e opinioni e, alcune, hanno trasformato una passione in un lavoro. Mom Camp, il raduno organizzato dalle società di consulenza Hagakure e FattoreMamma, si è svolto sabato a Milano.

    Quali sono gli obiettivi di questo evento? Ovviamente alzare la voce e cercare di far capire le necessità delle mamme, ma soprattutto delle famiglie, a chi governa. Le partecipanti, infatti, sono nella maggior parte dei casi delle donne che hanno perso il lavoro una volta realizzato il sogno della maternità e oggi si dividono tra tecnologia e pannolini.

    Nel web molte mamme hanno riversato la loro solitudine, scoprendo un mondo nuovo, fatto di donne come loro che hanno bisogno di sentirsi unite e di condividere i problemi dei bambini, le malattie, ma anche il primo dentino o l’emozione della prima parola. Inoltre, molti siti danno delle recensioni favolose su prodotti per bebè, spesso molto sponsorizzati ma poi, al lato pratico, scadenti.

    Non abbiamo parlato dei papà. Ovviamente hanno partecipato anche loro, soprattutto in versione baby sitter durante le conferenze. Il fenomeno dei papà blogger non è ancora diventato evidente come quello femminile, ma anche tra di loro si sta risvegliando una certa sensibilità. Certo, molti signori, durante il raduno, si sono accorti di avere accanto delle donne davvero speciali.

    Dolcetto o scherzetto?