Mamme lavoratrici, solo 85 minuti al giorno per i loro bambini

da , il

    work at home mom with baby

    Essere mamme lavoratrici non è facile. Bisogna fare i conti con giornate molto piene e davvero pesanti. Molte persone possono banalizzare e sostenere che la donna dovrebbe stare a casa, ma il sacrificio di una mamma può essere capito solo da un’altra mamma. L’ Organisation for Economic Cooperation and Development ha conteggiato quanto tempo ha una donna al giorno a disposizione da passare con il suo bambino: esattamente 85 minuti, ovvero un’ora e 25 minuti. Se ci pensate è pochissimo, ma è un compromesso che bisogna sopportare.

    In questi 85 minuti rientra anche la somministrazione dei pasti e il tempo libero nel weekend, ciò vuol dire che da lunedì a venerdì, molte donne a stento riescono a stare con il loro piccolo. Lavorare può essere una scelta, più che lecita, una necessità o entrambe le cose, sta di fatto che il ritratto della donna moderna è davvero duro e ora si capisce come mai le lavoratrici con figli sono le più stressate.

    Le mamme irlandesi, nonostante il lavoro, arrivano a trascorrere con i figli fino a 150 minuti al giorno, e le australiane, che gestiscono fino a 137 minuti in compagnia dei pargoletti. Loro sono quelle più organizzate in assoluto. Le lavoratrici che passano meno tempo a casa sono le coreane, con i loro 31 minuti giornalieri e le ungheresi, con 39, mentre le mamme di Usa e Canada si collocano a metà classifica (con 94 e 97 minuti rispettivamente).

    E gli uomini come sono messi? I papà italiani trascorrono con i propri figli 40 minuti al giorno, e che i non lavoratori non superano i 49. Ora ci si rende conto come mai le donne debbano fare così tanti sacrifici.