Mamma Katie Holmes divorzia da Tom Cruise per proteggere Suri da Scientology

da , il

    Katie Holmes difende Suri da Scientology

    Una mamma fa di tutto per difendere i figli dalle minacce esterne. Così anche Katie Holmes, proprio come una tigre, pare abbia deciso di porre fine al suo matrimonio con il divo megagalattico Tom Cruise, neo cinquantenne d’oro, per sottrarre la sua piccola Suri dalle grinfie di Scientology, la setta pseudo-religiosa fondata da Ron Hubbard e frequentatissima dai divi di Hollywood, oltre a Cruise, infatti, un altro celebre adepto è John travolta. Così come si vociferò ai tempi del divorzio da Nicole Kidman, anche stavolta pare che dietro la fine delle nozze (durate solo 5 anni) tra la bella Katie Holmes e Tom Cruise, ci sia proprio l’ombra oscura di Scientology, che a quanto pare dirige in toto la vita del bell’attore di Mission Impossible in tutti i suoi aspetti, dalle scelte professionali a quelle più private.

    Ma se la cosa, tutto sommato, può essere accettabile a livello individuale, della serie: sei un uomo adulto, dei tuoi soldi, così come della tua mente, puoi fare quello che vuoi (anche subire manipolazioni dall’esterno, se così ti piace), in nome del libero arbitrio concesso ad ogni persona, certamente la cosa non è più tollerabile quando viene messa in mezzo una creatura innocente come un bambino. Deve aver pensato questo mamma Katie, quando Scientology ha cominciato a pretendere di allungare la sua influenza anche sulla piccola Suri, peraltro nota come la bimba più viziata del mondo dello showbiz.

    L’abbiamo vista abbigliata in modo quantomeno bizzarro, per non dire inopportuno, per una bambina di soli 5 anni, con tanto di tacchi, borse griffate e pellicce vere. Ci sono arrivate inquietanti indiscrezioni sulle spese folli affrontate dai coniugi Cruise per assecondare ogni possibile capriccio della loro unica bimba, abbiamo appreso con sconcerto dell’inserimento di Suri nella classifica delle celebrità meglio vestite. Tutti eccessi che sicuramente non fanno bene una bambina, un tipo di educazione che qualunque pedagogista bollerebbe come profondamente dannosa.

    Ma questo è nulla in confronto a quanto sarebbe potuto toccare a Suri se il progetto pensato dal padre per la figlia si fosse concretizzato. La bimba ha ormai sei anni, per lei è tempo di cominciare la scuola, un momento delicato e importantissimo per il suo sviluppo. Ma se i rumors che circondano la notizia boom del divorzio Cruise-Holmes fossero veri, per la piccola Suri non si sarebbero aperte le porte di una normale, seppur, magari costosa ed esclusiva scuola elementare, ma i battenti di Scientology. Si chiama Sea Organization la branca di Scientology destinata a gestire l’educazione dei più piccoli in modo esclusivo.

    I bambini vengono tolti dal loro nucleo familiare e inseriti all’interno di una struttura chiusa in cui i maestri della setta si occupano di “educarli” secondo i precetti del loro culto. Che, badate bene, si basano sul concetto che l’evoluzione degli essere umani venga impedita dal fatto che la terra è colonizzata dagli alieni, e che solo attraverso un percorso di purificazione (costosissimo) è possibile esprimere liberamente le proprie capacità. Insomma, farneticazioni pericolose, il cui impatto su menti giovanissime e in condizione di isolamento non è neppure ipotizzabile. Coraggio Katie, noi di MammaPF ti supportiamo in tutto e per tutto: tieni lontana la tua bambina da quella gabbia di matti fanatici e perniciosi!