Mamma blogger avvelena il figlio con il sodio

da , il

    mamma-uccide-il-figlio

    Mamma blogger avvelena il figlio con il sodio. Lacey Spears sembrava una mamma particolarmente premurosa, a tal punto preoccupata per le precarie condizioni di salute del figlio Garnett da dedicargli un blog, abbastanza noto in rete. Si fingeva apprensiva, in realtà era lei la sua carnefice. Lo ha ucciso in modo atroce, avvelenandolo a poco a poco con il sodio. Nonostante la donna continui a respingere ogni accusa, ora è in carcere per omicidio di secondo grado e omicidio colposo di primo grado.

    Lacey Spears uccide il figlio con il sodio

    Ossessionata dalla salute del figlio a tal punto da dedicargli un blog, si è spacciata per una mamma coraggiosa, premurosa, apprensiva. In realtà lo stava uccidendo a poco a poco, somministrandogli dosi di sale che gli sarebbero state letali. Il piccolo Garnett, di appena 5 anni, è deceduto lo scorso 23 gennaio, chiara la diagnosi: “avvelenamento da sodio”.

    I medici, in passato, si erano accorti che qualcosa non andava: nel sangue del bambino, ricoverato per “intensi dolori addominali” dovuti a un sospetto virus, erano infatti stati rilevati livelli di sodio metabolicamente impossibili per il suo organismo. La madre, in quello stesso periodo, aveva cercato informazioni sul web in merito agli effetti di un eccesso di sale sulla salute dei bambini, come confermato dalle indagini.

    La donna, ora in carcere, accusata di omicidio di secondo grado e omicidio colposo di primo grado, sarebbe affetta, secondo gli inquirenti, dalla cosiddetta sindrome di Munchausen, disturbo psichiatrico che induce le madri ad arrecare danni fisici ai figli per attirare l’attenzione su di sé. Purtroppo i casi di madri che uccidono i figli non sono affatto rari, l’infanticidio è una triste e frequente realtà anche al giorno d’oggi.

    Dolcetto o scherzetto?