Lo sport aiuta i bambini nelle performance scolastiche

da , il

    bambini SPORT scuola

    I bambini devono fare sport. Questa è una regola d’oro per la crescita in salute dei piccoli di casa. Hanno bisogno di fare movimento per contrastare l’obesità, ma anche per andare bene a scuola. Può sembrare strano che i risultati scolastici dipendano dall’attività sportiva, anche perché nell’immaginario collettivo impera l’immagine del secchione “senza fisico”. Eppure un po’ di sano movimento aiuta a controllare lo stress, l’ansia e di conseguenza preparare anche ad affrontare le prove scolastiche.

    Lo dimostra uno studio texano, appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. Non è l’unico a trattare questo tema, perché in passato anche altri ricercatori hanno verificato le proprietà benefiche dell’esercizio fisico. Secondo gli esperti, l’incremento dell’attività fisica durante le ore scolastiche è strettamente correlato a un miglioramento del rendimento scolastico in tutte le materie.

    Dai i test, è emerso che i piccoli sportivi hanno più memoria e sanno concentrarsi per periodi più lunghi, inoltre sono più socievoli e hanno meno difficoltà di relazione. Chiaro, questo non vuol dire che il bimbo debba giocare a pallono tutti i pomeriggi e trascurare lo sport, ma che affiancare della ginnastica alla scuola sia la scelta migliore.

    Quali sono gli sport più appropriati? Quelli con la palla, come pallavolo, basket, pallanuoto, calcio, rugby, pallamano. Aiutano a lavorare in squadra e a ricoprire un ruolo in gruppo sociale. Sono indicate, però, anche le arti marziali come judo e karate. In realtà, un po’ tutte le discipline vanno bene. La cosa importante è che il bambino la pratichi con entusiasmo e interesse. Fate scegliere a lui.