Le vaccinazioni, quali sono obbligatorie

da , il

    Nel nostro paese, per i nuovi nati, esistono alcune vaccinazioni obbligatorie e altre raccomandate. Abbiamo quindi, direttamente dal sito del Ministero della Salute, analizzato quali e con quali modalità effettuarle.

    In Italia sono obbligatorie, per tutti i nuovi nati, le seguenti vaccinazioni: antidifterica, antitetanica, antipoliomielitica, antiepatite virale B.

    Sono invece raccomandate le seguenti vaccinazioni per i nuovi nati: contro il morbillo, contro la parotite, contro la rosolia e contro le forme invasive di Haemophilus influenzae b (Hib).

    Le vaccinazioni sono estremamente importanti: molte di queste malattie, proprio grazie alle vaccinazioni, sono praticamente scomparse, mentre un tempo potevano causare gravi complicazioni e danni permanenti.

    Pensate, ad esempio che, nel 1960 si sono verificati in Italia più di 3.000 casi di poliomielite. Dopo l’introduzione della vaccinazione obbligatoria il numero di casi di malattia è sensibilmente diminuito fino ad arrivare praticamente a zero.

    Lo stato garantisce la vaccinazione obbligatoria gratuita ad ogni bambino nato in Italia. E’ importante confrontarsi con il proprio pediatra per valutare la necessità di effettuare anche le altre vaccinazioni, seppur non obbligatorie.

    Fotografie tratte da:

    bioblog.it omeopatianet.it ecplanet.com