Le mamme lavoratrici non danneggiano i figli

da , il

    Uno studio appena pubblicato capovolge le credenze sulle madri lavoratrici: precedenti ricerche avevano dimostrato come i figli di madri impegnate mangiassero peggio, andassero male a scuola…niente di più falso! Almeno così pare…

    Lo studio è stato effettuato in Gran Bretagna su circa 17.000 donne: il risultato è che le madri lavoratrici “non nuocciono alla crescita dei propri figli”, da nessun punto di vista.

    Sono state seguite le madri e i loro figli grazie ad osservazione e test atti proprio a dimostrare il fatto che il lavoro delle donne anche non figli non interferisce con il compito di madre.

    Nessuna differenza quindi tra i bambini di madri casalinghe e di madri che sono tornate a lavorare: come sottolinea Heather Joshi, coautore dello studio dell’Institute of Education di Londra, infatti ci sono ben altri fattori, come la vita in un ambiente sereno, che influenzano la crescita dei figli.

    Secondo Katherine Rake, responsabile dell’Istituto per Genitori e Famiglie, quella delle madri che lavorano è “una realtà che va incoraggiata e sostenuta” e questo studio “fornisce prove solide di come la società abbia a lungo demonizzato le donne che lavorano”.