Le fiabe più amate di sempre: Cenerentola!

da , il

    Quale donna adulta può affermare di non aver sognato ad occhi aperti ascoltando la meravigliosa fiaba di Cenerentola da bambina? Se poi, nel frattempo, è anche diventata mamma di una figlia femmina, difficilmente potrà resistere al fascino senza tempo di questa storia così bella, e la racconterà a sua volta. Tacciata, periodicamente, di essere anacronistica, di rappresentare una figura femminile remissiva e demodè, tanto da aver battezzato anche quella “sindrome” in cui incappano tutte le fanciulle che continuano a sognare il principe azzurro, Cenerentola, tuttavia, non conosce appannamento.

    Anzi, smagliante nelle sue innumerevole trasposizioni cinematografiche, la dolce e sfortunata ragazza vessata da una matrigna cattiva e da brutte sorellastre, che trova riscatto nell’amore, continua a riscuotere un successo pressochè planetario. Probabilmente molte di voi avranno conosciuto questa fiaba attraverso lo splendido film d’animazione che le dedicò Walt Disney, nel 1950, io stessa ricordo benissimo di essere andata al cinema a vederlo, da piccola, e di essere rimasta incantata da topini, fatine, zucche trasformate in carrozze, castelli merlati e scarpette di cristallo. Un vero e proprio mito!

    Ma la fiaba di Cenerentola è molto più antica, le sue prime versioni si perdono nella notte dei tempi e affondano presumibilmente, in una terra anch’essa antichissima: la Cina. E pochi genitori sapranno che la prima edizione conosciuta s’intitolava “La gatta Cenerentola”, e faceva parte di una raccolta di racconti intitolata “Lo Cunto de li Cunti”, firmata da uno scrittore italiano, anzi, napoletano, Giovanbattista Basile (siamo nella seconda metà del 1600). Da lui, il grande Charles Perrault, scrittore alla corte del Re Sole, in Francia, prese l’idea della storia, fornendone una sua versione per l’infanzia. In seguito anche i Fratelli Grimm pubblicarono una loro Cenerentola, nel 1800.

    Diverse epoche, che spiegano le piccole differenze di trama che si ritrovano nei libri , a seconda che il racconto sia scelto nella versione dell’uno e degli altri. Tra le fiabe classiche, senza dubbio una delle più popolari e amate dai bambini di tutto il mondo. Come non restare stregati e avvinti dalla vicenda della bella, adorabile Cenerentola che fa innamorare di sè il principe, con la sua dolcezza, la sua grazia e la sua bontà d’animo. Valori che, a ben pensarci, non passano mai di moda. Se volete incantare i vostri figli, fate loro ascoltare la Cenerentola proposta dalle mitiche Fiabe Sonore dei Fratelli Fabbri. Sognerete insieme a loro!