Le chat sono pericolose per i bambini: il 15% incontra un molestatore

da , il

    computer bambino chat pedofilia

    Sono tanti, anzi troppi, i bambini che ogni giorno si collegano a internet senza la guida di un genitore e corrono gravi pericoli. Secondo quanto è emerso dal dossier 2011 “Le violazioni dei diritti dei bambini e degli adolescenti nel mondo”, a cura di Telefono Azzurro, il 15% dei piccoli viene contattato in Rete da un molestatore o da un pedofilo, mentre il 30% delle adolescenti ammette di essere stata sessualmente molestata in una chat room. Capite bene che i numeri devono far riflettere e forse la fruizione del web in casa dovrebbe essere un pochino regolamentata.

    Non sono gli unici dati che spaventano. Solo il 16,9% dei genitori italiani con figli minorenni, si legge nel dossier, ha, infatti, istallato sistemi di protezione per la navigazione su Internet. Insomma, i genitori non sono ancora davvero consapevoli dei reali pericoli del web. Eppure internet sta portando con sé davvero tante situazioni malate. Pensate che, sempre a detta degli esperti, la maggiore disponibilità di pedopornografia in Internet contribuisce a sessualizzare i bambini e a favorire gli abusi.

    Dolcetto o scherzetto?