Le bevande migliori per i bambini

da , il

    Bevande per i bambini

    Le bevande migliori per i bambini. Perché se di alimenti, di quali scegliere, quando e come introdurli nella dieta dei più piccoli, si sente parlare spesso, dagli esperti come dalle altre mamme, delle bevande, di cosa possono o non possono bere i bimbi si parla decisamente meno. E la confusione, così come i dubbi, per molte mamme sono dietro l’angolo. Ecco qualche informazione e consiglio utile.

    Oltre al latte e all’acqua, che, non c’è nemmeno bisogno di specificarlo, sono le bevande per eccellenza quando si tratta dei bimbi, una menzione speciale la merita la camomilla. È proprio lei la prima bevanda da introdurre nelle abitudini alimentari del piccolo, la prima esperienza “liquida” di gusto e sapore diversa dal solito. Questa bevanda naturale, dall’azione rilassante e blandamente sedativa, può essere consumata dai bambini, a temperatura moderata (cioè tiepida e non bollente), nel biberon, già dai primi mesi di vita (3-4 mesi). Consentita, ma anche consigliata, la camomilla può diventare un’ottima alleata anche per alleviare i fastidi alla pancia del piccolo, per tenere alla larga le tanto temute colichette o favorirne la guarigione, ma anche per facilitare il processo digestivo. Per quanto riguarda dosi e tempi di consumo, non esiste una formula valida per tutti, il consiglio è di seguire le indicazioni date dal pediatra in base al caso specifico.

    Le bibite confezionate, soprattutto quelle gassate, regine della pubblicità e in cima alla lista delle bevande preferite dai giovanissimi, dovrebbero essere bandite sia dalle abitudini alimentari dei più piccoli sia dalla quotidianità della famiglia. Possono diventare lo strappo alla regola, ma non dovrebbero essere associate alle altre bevande più salutari, come l’acqua. Bandite dalla tavola, quindi, possono essere concesse, solo saltuariamente ai bambini che abbiano già compiuto cinque anni.

    Se per i primi mesi, più di latte, acqua e camomilla il piccolo non dovrebbe bere, dopo aver spento la prima candelina, la lista delle bevande possibili si amplia. Dopo aver compiuto il primo anno di età, il bambino può cominciare ad assaggiare e bere una serie di preparati e bevande naturali, come tè deteinato, frullati, spremute, centrifugati e succhi di frutta. In particolare, sono perfetti i frullati di frutta fresca e ai centrifugati di verdure, preferibilmente preparati in casa con prodotti di stagione ed evitando di aggiungere troppo zucchero (mezzo cucchiaino da caffè per un bicchiere è sufficiente). Se i preparati fatti in casa sono sempre la scelta migliore, quando non è possibile si può optare per i succhi di frutta confezionati, preferendo quelli formulati su misura per i più piccoli; da evitare, leggendo attentamente l’etichetta, quelli che contengono i dolcificanti artificiali (saccarina e aspartame).