Le 10 attività all’aria aperta che tutti i bambini dovrebbero fare entro i 12 anni

da , il

    Attivita aria aperta bambini

    Rispetto ai bambini di qualche generazione fa, i piccoli contemporanei sono sicuramente avvantaggiati su moltissimi fronti, hanno molte più opportunità di aprire i loro orizzonti, di essere stimolati intellettualmente, di accedere a conoscenze che ai loro nonni sarebbero state precluse, di muoversi e viaggiare con facilità. I loro giochi sono molto diversi da quelli dei loro padri, si basano sull’utilizzo di strumenti di alta tecnologia che sicuramente fanno dei bimbi odierni quasi dei piccoli “mostri” in grado di giostrarsi alla perfezione tra pc, videogames, ipod, tablets e quant’altro. Cose fantastiche, senza dubbio.

    Ma c’è un aspetto estremamente negativo che connota e accomuna praticamente tutti i bambini odierni nei Paesi industrializzati: non stanno più all’aria aperta. Non conoscono la natura, non sanno cosa significhi correre a perdifiato su un pendio erboso, arrampicarsi su un albero (magari cadendo, e riprovandoci), pescare con una canna di fortuna, cercare nidi e tane di animali, giocare con sassi e fili d’erba, mangiare frutti selvatici. Tutte cose in cui i loro nonni (loro sì) erano davvero maestri. Esperienze indimenticabili e necessarie per uno sviluppo sano e armonioso del corpo e dello spirito, che ai bimbi di oggi manca quasi del tutto.

    Bambini e natura, lo studio del National Trust

    Ad affrontare la questione (per promuovere un’inversione di tendenza), sono stati i membri del National Trust britannico per la tutela dei beni culturali e ambientali, i quali hanno redatto una specialissima lista delle 50 cose (all’aria aperta) che tutti i bambini dovrebbero poter fare prima dei 12 anni. Il Rapporto è stato commissionato per fornire una sorta di vademecum da cui trarre ispirazione, e destinato anche ai genitori, affinché riflettano sull’importanza di offrire ai loro figli, compatibilmente con la vita cittadina, gli impegni e i costi, quante più occasioni possibile di stare all’aria aperta, anche in modo libero (nel senso di non eccessivamente controllato) per permettere loro di sperimentare da soli, in modo sensoriale, ciò che comporta stare in mezzo alla natura. Ad esempio, scegliendo una vacanza in campeggio invece che a Disneyland. “I bambini stanno perdendo le gioie pure e il benessere fisico e mentale che danno l’essere capaci di giocare all’aria aperta e lo sperimentare la natura in tutto il suo caos”, ha spiegato la Direttrice del Trust, Fiona Reynolds. Per stilare la classifica, i membri della charity hanno dovuto far ricorso ai loro personali ricordi d’infanzia, e indicare quali attività all’aperto avessero loro provocato più gioia ed emozioni, tali da renderle indimenticabili. Ed ecco la lista delle prima dieci.

    Bambini e natura, 10 cose da fare entro i 12 anni

    Ecco la lista delle 10 (su 50) cose che tutti i bambini dovrebbero fare nella natura entro i 12 anni:

    1. Arrampicarsi su un albero
    2. Rotolarsi giù da una collina
    3. Fare campeggio nella natura
    4. Costruire un rifugio
    5. Far rimbalzare una pietra sull’acqua
    6. Correre sotto la pioggia
    7. Far volare un aquilone
    8. Pescare con un retino
    9. Mangiare una mela colta dall’albero (possibilmente selvatica, o comunque senza pesticidi)
    10. Tirare palle di neve

    Suggerimenti interessanti, alcuni assolutamente fattibili. Che cosa ne pensate?