La “nuova” moda per le mamme americane è il parto in casa

da , il

    parto in casa svantaggi

    Nuovo, si fa per dire, trend per le mamme americane, ovvero il parto in casa. La moda dell’ultimo periodo vede un ritorno alla origini con sempre più donne che decidono di mettere alla luce i loro bambini in casa propria. Pensate che i parti in casa sono aumentati tra il 2004 ed il 2008 del 20%. Sono soprattutto per donne di razza bianca che decidono per questa soluzione: lo confermano i dati resi noti dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) che sottolineano come una donna bianca su 98 nel 2008 ha deciso di partorire in casa.

    Solo una su 357 tra le afro-americane e una su 500 tra le donne ispaniche. In generale, si tratta di una donna su 143 che ha deciso di partorire a casa nel 2008. Ovviamente il parto in casa deve comunque essere seguito da degli esperti ma le donne si sentono più tranquille e protette tra le mura domestiche.

    “Si sta sviluppando una cultura del parto naturale soprattutto tra le donne bianche e soprattutto in specifiche aree geografiche del Paese”, ha detto Marian Mc Dorman dei Cdc. Peccato che moltissimi medici siano contrari a questa pratica, che mette a rischio la salute del neonato. Per qualsiasi problema alla nascita infatti, diventa fondamentale la corsa in ospedale e i tempi quindi si allungano si molto.

    Gli stati con una maggiore incidenza di parti in casa sono quelli delle zone montane come il Montana, Vermont, Oregon ed Alaska. Prima di prendere una decisione del genere è però necessario riflettere bene: partorire a casa è più rischioso che non farlo in Ospedale dove esistono reparti di pronto intervento e di neonatologia.

    E voi cosa ne pensate? Condividete la scelta del parto in casa o per nulla al mondo rinuncereste ad un attrezzatissimo ospedale?