La mamma fuma in gravidanza? Il bambino prenderà il vizio da grande

  • Commenta
fumare gravidanza vizio ereditario

Il fumo in gravidanza non fa bene al bambino. La notizia che però sta sconvolgendo la comunità scientifica è un’altra. Fumare durante la gestazione aumenta il rischio che i propri figli, diventati adolescenti, prendano il vizio. Sembrerebbe quindi che questo “piacere” sia ereditario o che almeno il bambino acquisti la dipendenza direttamente nella pancia della mamma. A sostenerlo sono i ricercatori dell’Academy of Finland di Helsinki, che hanno dimostrato come l’esposizione nel pancione renda i bambini più inclini alle sigarette diventati grandi.

Prima di entrare nel dettaglio della ricerca, ricordiamo che se state cercando un bimbo è importante smettere di fumare per tutto il periodo della gestazione e anche dell’allattamento. Sarebbe poi opportuno conservare questa buona abitudine nel tempo, ma se non ci riuscite, almeno cercate di preservare la salute dei vostri bimbi in questo modo.

Fumare in gravidanza mette a rischio gli adolescenti

Gli esperti finlandesi hanno verificato che l’esposizione prenatale alla nicotina aumenta la predisposizione allo sviluppo della dipendenza da sigarette. È un dato importante, perché non solo il fumo condiziona la salute dei bambini a breve termine, ma anche quando sono riusciti a superare gli eventuali rischi, resta la predisposizione al vizio. Per giungere a questa tesi, sono stati condotti degli studi sui topi incinta, cui sono state somministrate dosi di nicotina. Gli esperti hanno poi esaminato il comportamento dei loro figli che, nel frattempo, avevano raggiunto un’età equiparabile all’adolescenza negli uomini. Il risultato? I piccoli di mamme fumatrici hanno sviluppato il vizio spontaneamente. Per quale motivo? Non c’è una spiegazione ancora certa sulla questione.

Bambini a rischio autismo per il fumo

Dopo aver parlato del rischio educativo del fumo, aggiungiamo un nuovo studio legato invece alla salute del bambino. Secondo i ricercatori dei Centers for Disease Control and Prevention, le donne che fumano in gravidanza hanno più probabilità di avere un bambino con una particolare forma di autismo, come il Disturbo di Asperger di cui abbiamo parlato recentemente commentando i nuovi dati sulla diffusione di questa malattia. Amy Kalkbrenner, docente alla University of Wisconsin-Milwaukee School of Public Health, ha dichiarato: “E’ noto da tempo che l’autismo sia un termine ombrello per una vasta gamma di disturbi che compromettono le abilità sociali e comunicative e quello che stiamo ora verificando è che alcuni disturbi rientranti nello spettro autistico possono essere influenzati più di altri da un particolare fattore, come per esempio il fumo della madre durante la gravidanza”. Dalla ricerca, è emerso che il 13 percento delle madri dello studio con bimbi autistici aveva fumato in gravidanza. Ora bisogna stare attenti alla causa effetto: nessuno sostiene che il fumo causi autismo, ma che possa aumentarne i rischi.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mercoledì 02/05/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
1
2
3
4
5
6
8
Scelti da voi
10
Paper Project
11
Segui PourFemme
Ultimi Video 12
 
14

Scarica gratis l'applicazione PourFemme

IPHONE IPAD ANDROID
16
17
Scopri PourFemme
18
19
torna su