La maledizione del secondogenito: una ricerca svela il perché i secondi sono più ribelli

Hai più di un figlio? Una ricerca ha rivelato che i secondogeniti hanno maggiori probabilità di essere sospesi a scuola, di diventare delinquenti e di andare in prigione già in giovane età. Si parla di probabilità che vanno dal 20 al 40% in più di far disperare i genitori rispetto ai fratelli più grandi. Il perché é in effetti molto plausibile.

da , il

    La maledizione del secondogenito: una ricerca svela il perché i secondi sono più ribelli

    Papà e mamme, avete mi sentito parlare della maledizione del secondogenito? Da tempo gli psicologi ne parlano, ma oggi una ricerca svela il perché i secondi sono più ribelli. Condotta su un campione di persone degli Stati Uniti e in Europa, la ricerca ha cercato di incrociare i dati sui figli nati per primi e quelli dei loro fratelli minori e il risultato che ne è venuto fuori è che i secondogeniti danno molti più problemi rispetto ai primi soprattutto in ambito scolastico e con la giustizia.

    Secondo una ricerca condotta da alcuni economisti della MIT Sloan School of Management di Cambridge, esisterebbe una vera e propria “maledizione del secondogenito”.

    La maledizione del secondogenito

    Joseph Doyle e i suoi colleghi Sanni Breining, David Figlio, Krzys Karbownik e Jeffrey Roth hanno raccolto e consultato tonnellate di dati e hanno scoperto che i secondogeniti hanno una probabilità in più che va dal 25% al 40% di avere gravi difficoltà a scuola o con la legge rispetto ai primogeniti della stessa famiglia.

    La ricerca ha utilizzato due fattori: il tasso delle assenze, sospensioni e delle espulsioni dalla scuola e i problemi con la giustizia dei figli di ogni famiglia in relazione al loro anno di nascita.

    Il team capitanato dall’economista Joseph Doyle voleva mettere in luce e dare una spiegazione ad una problematica di cui spesso anche gli analisti parlano: la correlazione dell’ordine di nascita dei figli rispetto ai comportamenti ribelli che spesso caratterizzano i secondi nati.

    I ricercatori hanno preso come campione due realtà quasi agli antipodi: i componenti di famiglie con due figli e più della Danimarca e della Florida, due milioni di persone nate tra gli anni ’80 e i primi anni del duemila.

    Il risultato della ricerca

    Data e ordine di nascita, sesso dei figli, età e provenienza dei genitori, lo stato sociale della famiglia e poi le assenze, le sospensioni e le espulsioni nonché le denunce subite.

    Il team cercava infatti di capire se vi fosse veramente una correlazione tra l’ordine di nascita e i comportamenti problematici in Paesi distanti e diversi fra di loro.

    I dati analizzati hanno evidenziato che i secondogeniti, soprattutto di sesso maschile, sono nella maggior parte dei casi più piantagrane dei fratelli maggiori.

    Perchè i secondogeniti danno più problemi?

    Sulla base dei dati raccolti, i secondogeniti darebbero più difficoltà non in base a problematiche di salute o ad un’educazione diversa dai fratelli più grandi, ma probabilmente per le minori attenzioni ricevute da parte dei genitori.

    In effetti in quasi tutte le famiglie i secondogeniti tendono ad essere meno considerati rispetto ai fratelli maggiori non per altro perché i primogeniti hanno potuto godere di un’attenzione esclusiva fintantoché sono stati gli unici.

    Un’altra valida motivazione è che i secondogeniti prendono come modelli i fratelli più grandi, che generalmente non sono comunque adulti, mentre i primogeniti hanno come modelli i genitori.