La filastrocca di Santa Lucia, per tutti i bimbi che aspettano i doni

santa lucia bambini

I bambini nel mese di dicembre non aspettano solo Babbo Natale ma anche Santa Lucia che nella notte tra il 12 e il 13 dicembre porta doni e dolci ai piccoli che sono stati buoni. È una tradizione in moltissime regioni d’Italia: la Santa cieca che con il suo asinello passa di casa in casa è lascia i doni ai piccoli. È anche usanza lasciare la sera prima una po’ di cibo per la Santa e per il suo asinello. Una ricorrenza molto importante che i bambini festeggiano con filastrocche e poesie, come quella che vi proponiamo oggi.

Santa Lucia bella

Santa Lucia bella

dei bimbi sei la stella,

tu vieni a tarda sera

quando l’aria si fa nera.

Tu vieni con l’asinello

al suon del campanello,

e le stelline d’oro

che cantano tutte in coro:

“Bimbi, ora la Santa é qui

ditele così:

cara Santa Lucia

non smarrir la via

trova la mia porticina

quella é la mia casina!”

E giù tanti doni.

La notte di Santa Lucia

Questa é la notte di Santa Lucia

senti nell’aria la sua magia.

Lei vola veloce col suo asinello

atterra davanti ad ogni cancello.

Ad ogni finestra un mazzolin di fieno

e l’asinello ha già fatto il pieno.

Santa Lucia con il suo carretto

lascia a tutti un gioco e un dolcetto.

porta ai bambini tanti regali

tutti belli, tutti speciali.

Voglio vedere Santa Lucia

Santa Lucia,

perché scappi via?

Vogliamo vederti,

vogliamo toccarti,

dei nostri bei giochi

vogliam ringraziarti.

Dal cielo stellato

con l’asinello fatato,

scendi leggera

quando è già sera,

a colorare i sogni

dei bambini più buoni.

Io te lo prometto,

sarò dentro il letto.

Su, vieni ti prego,

felice ti aspetto.

Segui Pour Femme

Giovedì 24/11/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Scopri PourFemme
torna su