La dipendenza da internet nei bambini è un problema sempre più serio

da , il

    dipendenza internet bambini

    Questa sera a Como è stato organizzato da Comune un importante incontro per parlare della dipendenza da internet che affligge sempre di più i bambini: social networks e giochi online sono un vero rischio per i bambini soprattutto molto piccoli. «L’ambiente familiare è fondamentale – dice Michele Sforza, psicologo che interverrà nell’incontro – Bisogna saper gestire bene le tecnologie. (…)È fondamentale che le navigazioni siano sempre alternate ad attività e amicizie “reali”».

    «Si comincia con un abuso, che in alcuni casi sfocia poi nella dipendenza», ha detto Michele Sforza, psichiatra e scrittore che presiederà a Como uno speciale incontro organizzato dal Comune.

    Le nuove tecnologie infatti, secondo l’esperto, creano un problema di dipendenza ma non di tipo fisico. Si tratta di una dipendenza di comportamento, anche nei bambini. Quando l’uso del mezzo, in questo caso internet, diventa abuso, si parla di dipendenza patologica.

    Ma come fanno i genitori ad individuare i sintomi di questo comportamento? «L’attenzione dell’individuo è polarizzata esclusivamente da Internet – dice lo specialista – si aumenta il tempo dedicato alla navigazione e, in caso di attività online a pagamento, la somma investita. Il paziente è sempre più coinvolto, trascurando tutti gli altri aspetti della vita e anche le relazioni reali per quelle virtuali. Si parla di assuefazione e impossibilità di smettere nonostante le difficoltà».

    L’esperto poi individua cinque forme di dipendenza: tra queste tre son quelle che interessano di più i bambini, ovvero dipendenza da gioco d’azzardo e shopping; da ricerca ossessiva di informazioni e, infine, da videogiochi.

    «Il soggetto che ha questo problema può arrivare ad isolarsi da tutto e tutti, con atteggiamenti anche estremi – conclude Michele Sforza – È importante non trascurare questi campanelli d’allarme e cogliere subito i segnali che possono indicare una situazione patologica. È necessario correre ai ripari come per le dipendenze da sostanze».