NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

La canguro terapia per i neonati prematuri: benefici e come funziona

La canguro terapia per i neonati prematuri: benefici e come funziona

La Kangaroo mother care, una cura semplice e naturale che genera benessere al neonato e alla madre

da in Neonati, Parto Prematuro, Primi mesi bambino, Salute bambini, Neonati prematuri
Ultimo aggiornamento:
    La canguro terapia per i neonati prematuri: benefici e come funziona

    La canguro terapia, chiamata anche marsupioterapia, è un metodo che permette di favorire il benessere dei neonati prematuri grazie al calore del corpo materno. I benefici sono tanti, ma come funziona? Ecco come mamma e bambino possono vivere un’esperienza di amore intenso, che riesce a migliorare i parametri vitali del piccolo e ad influenzare positivamente la psicologia di chi gli ha dato la vita.

    Nata nell’America del Sud per ovviare al problema della mancanza di un numero sufficiente di incubatrici, la canguro terapia si è poi diffusa nel resto del mondo grazie alla sua straordinaria efficacia.

    Kangaroo mother care

    In un reparto ospedaliero e sotto il controllo infermieristico il neonato nudo viene appoggiato in posizione eretta (per evitare reflusso gastroesofageo o broncospasmo) sul ventre nudo della madre, avendo cura di girare la testa del bambino in modo che il suo orecchio possa ascoltare il battito della madre. La pratica benefica del contatto, del suono del battito, della voce della madre e delle sue carezze viene poi continuata nell’ambiente domestico alla dimissione dell’ospedale.

    La canguro terapia aiuta il bambino pre-termine e, allo stesso tempo, anche la mamma:

    • Calore naturale: il contatto con la madre mantiene la giusta temperatura corporea del neonato, risolvendo uno dei problemi dei nati pre-termine che hanno infatti difficoltà di autoregolazione termica.
    • Benessere: il contatto con la madre aiuta a regolare la frequenza respiratoria portando il battito cardiaco e l’ossigenazione a livelli migliori.
    • Tranquillità: grazie al contatto con la madre, nel bambino si rileva una minore produzione di cortisolo salivare, un parametro indicatore di stress.
    • Aumento del latte materno: il contatto corporeo fra la madre e il bambino porta ad un aumento nella produzione di latte materno.
    • Sviluppo: il contatto con la madre favorisce lo sviluppo psicomotorio, comportamentale e comunicativo, con una riduzione del sonno per compiere esplorazioni del corpo della mamma, anche alla ricerca del latte materno.
    • Salute: i neonati prematuri sottoposti alla KMC hanno una minore incidenza di malattie severe, e la loro sopravvivenza in ospedale è maggiore rispetto al solo utilizzo dell’incubatrice.
    • Tranquillità: la marsupioterapia aiuta la madre a calmare quel senso di ansia, stress e paura che nascono a causa della preoccupazione e del senso di colpa nei confronti del neonato. Con la possibilità di prendersi cura del bambino, la madre ha modo di stabilire un rapporto affettivo con il figlio e aumenta la fiducia nelle sue capacità di madre.

    E’ da sottolineare che non è solo la madre a prendersi cura del nuovo nato. La KMC si estende ad entrambi i genitori, perchè anche il contatto con il papà ha effetti positivi sullo sviluppo dei prematuri, e la stessa procedura che viene fatta dalla mamma può essere messa in pratica anche dall’altro genitore.

    613

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NeonatiParto PrematuroPrimi mesi bambinoSalute bambiniNeonati prematuri
    PIÙ POPOLARI