L’apparecchio ai denti per i bambini: quando metterlo e quanto costa?

Uno strumento necessario utilizzato da corca il 60% dei bambini per risolvere problemi alla dentatura e alla bocca in generale

da , il

    L’apparecchio ai denti per i bambini: quando metterlo e quanto costa?

    L’apparecchio ai denti per i bambini non serve solo per raddrizzare i denti non allineati, ma anche per avere diversi benefici fra cui una migliore masticazione. Ma quando metterlo? E quanto costa? Per valutare il corretto sviluppo della dentatura e controllare eventuali anomalie della mascella e della mandibola è consigliabile effettuare una visita dal dentista intorno ai cinque anni, e decidere se e come intervenire nei confronti di problemi.

    Intorno ai 3 anni il bambino ha una dentatura da latte completa, e viene consigliata una prima visita dentistica intorno ai 5 anni per verificare la crescita dei denti decidui e la situazione della conformazione della bocca.

    Le verifiche vengono effettuate grazie anche ad una radiografia panoramica e dal modello in gesso con cui si studiano le misurazioni della bocca.

    Se lo specialista dovesse riscontrare problemi di tipo scheletrico come:

    • Iposviluppo
    • Ipersviluppo
    • Arretramento
    • Avanzamento
    • Difetti di morso
    • Malocclusioni
    • Numero di denti inferiore o superiore

    consiglierà di intervenire al più presto in modo da sfruttare la plasticità delle ossa e la facilità di modificarne la forma mediante l’applicazione di un apparecchio ortodontico.

    Se il problema riscontrato riguarda solo l’allineamento dei denti, si rimanderà una visita specialistica intorno ai 10-12 anni.

    I tipi di apparecchi per i denti

    Esistono apparecchi diversi che verranno scelti in base al difetto da correggere e alle caratteristiche del bambino:

    • Apparecchi mobili
    • Apparecchi fissi
    • Mascherine trasparenti

    Apparecchi mobili

    Per i bambini tra i 5 e i 9 anni dove sia necessario intervenire sullo sviluppo delle ossa della bocca si utilizzano gli apparecchi ortodontici mobili che hanno il ruolo di guidare le strutture ossee e i denti indirizzandoli alla posizione corretta.

    Apparecchi fissi

    Per i bambini dopo i 10 anni che hanno la necessità di allineare i denti ormai permanenti si utilizzano apparecchi ortodontici fissi che permettono di raggiungere risultati soddisfacenti in breve tempo. Con l’utilizzo di un apparecchio fisso l’unica vera problematica sarà l’igiene orale più complicata che deve però essere eseguita con più scrupolo.

    Mascherine trasparenti

    Le mascherine removibili in resina trasparente vengono utilizzate in età adolescenziale per via della loro quasi invisibilità. L’apparecchio invisibile però non sostituisce interamente l’apparecchio fisso nel raddrizzamento dei denti anche se indossate sia di notte che di giorno tranne durante i pasti. Ma per arginare il problema estetico di un apparecchio fisso si può optare per uno con attacchi in ceramica.

    Ma quanto costa un apparecchio per i denti? La terapia ortodontica comprende il costo delle analisi, delle visite di controllo e dell’apparecchio, e ciò dipende dalla durata della cura. Per avere un’idea di prezzo si consideri che i costi di una terapia annuale si aggirano tra i 2.000 e i 4.000 euro circa, aumentando di circa 1.000 euro per ogni anno successivo.

    Dolcetto o scherzetto?