L’amnesia infantile cancella i ricordi dei bambini nel primo anno di vita

da , il

    amnesia infantile

    Si chiama amnesia infantile ed è quel fenomeno che fa dimenticare ai bambini ciò che è avvenuto nel primo anno di vita. Facciamo una prova? Fin dove arrivano i vostri ricordi? Non dovreste riuscire ad andare più indietro dei 2 o 3 anni. Quello che c’è stato prima non esiste. Non è proprio così, è semplicemente che la mente ha come archiviato i file di quel periodo della vita, ma alcune persone (solo pochi fortunati) riescono ad averne traccia. Di solito, però non sono ricordi molto attendibili.

    Una nuova ricerca ha scoperto che gli eventi vissuti dai bambini di 2 anni possono riaffiorare alla mente con molto ritardo. Per giungere a questa tesi, sono stati “arruolati” circa 50 bambini e i loro genitori. I ricercatori dell’Università di Otago (Nuova Zelanda) hanno coinvolto i piccoli in giochi prima all’età di 2 anni e poi a quella di 4. Durante l’attività, i bambini dovevano mettere un oggetto in un foro, all’interno di una macchina.

    È un test abbastanza complicato da spiegare. Comunque eseguita l’operazione, un suono di campana faceva apparire un oggetto identico ma in versione più piccola in una porta posta sul fondo della macchina. Passati circa sei anni, i bambini sono stati richiamati e intervistati. Che cosa è emerso? Solo il 20 percento ricordava il gioco e di questi solo 2 bambini (ricordiamo che erano in tutto 50) con meno di 3 anni ne aveva memoria.

    Fiona Jack dell’Università di Otago ha dichiarato: “I nostri risultati sono coerenti con le teorie che suggeriscono che la capacità di base per ricordare le nostre esperienze possono essere in vigore da 2 anni di età”. Non è facile però determinare quanto un ricordo sia reale e corrisponda al vero.