L’agenda dei nove mesi

da , il

    Conoscere l’agenda dei nove mesi, ovvero tutto quello che succede al vostro corpo e al vostro bambino quando siete incinta, è davvero fondamentale, soprattutto per le donne che sono alle prese con la loro prima gravidanza. I sentimenti in questi momenti cruciali per la vita di una donna sono infatti tantissimi e contrastanti: gioia immensa, soddisfazione ma anche un pizzico di comprensibile ansia per una situazione del tutto nuova. Come sappiamo bene la gravidanza dura circa nove mesi: oggi vi spiegheremo cosa succede in questo lasso di tempo al vostro corpo e al vostro bambino. Vedremo anche insieme tutto quello che dovete fare per assicurarvi una gestazione tranquilla e controllata.

    Il primo trimestre di gravidanza

    Un tuffo al cuore: che tu l’abbia cercato o no, il test di gravidanza dice che sei incinta! Gioia e paura si mescolano in un turbinio di emozioni che ti accompagneranno per i nove mesi più importanti della tua vita. La prima cosa da fare è prenotare un appuntamento con il ginecologo per effettuare tutti gli esami necessari. Il tuo bambino nel primo mese è lungo pochissimi millimetri ed è formato da 40 paia di muscoli e 33 paia di vertebre. Il secondo mese è quello che segna per moltissime donne l’inizio del classici sintomi della gravidanza: avvertirete uno stimolo a fare pipì frequentemente, in alcuni casi delle vertigini, nausea e stanchezza. I capezzoli (areola) si scuriscono e si notano i primi segni di tensione al petto. Niente paura però se i sintomi sono blandi: ogni donna è una caso a parte e ci sono anche donne che, ad esempio, non soffrono di nausee o stanchezza. Il secondo mese è il momento ideale per cominciare anche ad utilizzare un buon idratante per ammorbidire la pelle e prevenire il rischio di smagliature. Nel secondo mese il piccolo comincia a formarsi: si sviluppano occhi, orecchie e naso, oltre alle tre parti principali del cervello. Si sviluppa anche il cuore, il tratto dell’apparato digestivo, la milza e il pancreas. Il terzo mese solitamente i sintomi più fastidiosi della gravidanza si attenuano mentre cominceranno i cambiamenti più visibili del vostro corpo, con un aumento di peso. L’aumento medio va da 7 etti a 2 chili e mezzo nel primo trimestre, fino ad arrivare a 3-5 etti alla settimana. La grandissima emozione di tutti i genitori, nel terzo mese di gestazione è quella di poter finalmente ascoltare il battito del cuore del vostro piccolo: un momento davvero indimenticabile! Il bambino comincerà a sviluppare i denti, le unghie di mani e piedi e i follicoli dei capelli. La pelle diviene più spessa e gli organi genitali esterni cominciano a rendere visibile la differenza tra femmine e maschi. Per quanto riguarda i controlli, ogni mese va programmata una visita ginecologica ed esame delle urine, urinocoltura ed esame microbiologico vaginale. E’ anche il momento di effettuare gli esami prenatali sulle malattie genetiche: amniocentesi, translucenza nucale del feto e tritest.

    Il quarto mese di gravidanza

    Nel quarto mese il ginecologo prescriverà altri esami specifici come gli esami del sangue (con emocromocitometrico completo con conteggio delle piastrine), ricerca degli anticorpi anti-toxoplasma, ecografia e flussimetria doppler (ecografia sulle arterie uterine della donna). Da questo momento è consigliabile porre un po’ di attenzione alla dieta: la stanchezza e le credenze popolari potrebbero indurti a mangiare per due! Nulla di più sbagliato considerato che il fabbisogno giornaliero è calcolato intorno alle 2000 calorie. La pancia potrebbe cominciare a pesare ed è quindi consigliato iniziare con della ginnastica dolce o esercizi in acqua pensati per le donne in dolce attesa. Nel quarto mese, il cuore del vostro piccolo è ormai sviluppato e ha un ritmo cardiaco da 120 a 60 battiti al minuto. Pensate che dal quarto mese il feto reagirà alle sostanze amare (ad esempio lo iodio) ingerite e immesse nel liquido amniotico, cessando di inghiottire e aggrottando la fronte. Riconoscerà anche i rumori forti ai quali reagirà coprendosi le orecchie e potrebbe anche cominciare a succhiarsi il pollice.

    Il quinto mese di gravidanza

    Nel secondo trimestre di gestazione è importante pianificare l’ecografia morfologica, importantissima per approfondire tutti i controlli sul feto. Ovviamente seguite scrupolosamente le indicazioni del vostro ginecologo che valuterà caso per caso i controlli più appropriati da eseguire durante la gravidanza. Se consigliato dal ginecologo è il momento di sottoporsi all’emocromocitometrico e alla sideremia (un esame utile a valutare se esiste un’anemia e di che tipo), al complesso Torch ed all’esame per l’epatite B (se il risultato era negativo nei primi mesi), la ricerca di anticorpi per l’Rh (se si è di fattore Rh negativo e se il compagno è Rh positivo). Il piccolo è ormai sviluppato e i battiti del cuore si avvertono distintamente con il fetoscopio e l’apparato uditivo è ormai completo. Il bambino potrebbe cominciare a scalciare e a muoversi.

    Il sesto mese di gravidanza

    Ormai, se i genitori decidono di saperlo prima della nascita, potrete conoscere il sesso del bambino. Il sesto mese è il momento ideale per cominciare a fare una lista del corredino per il piccolo. Vi consigliamo di cominciare già a segnare e preparare il necessario per il bagno e l’igiene, la biancheria, le tutine, il lettino, la carrozzina e tutto il necessario per la sterilizzazione e l’alimentazione. Il momento del parto si avvicina ed è meglio essere già pronte! Ora potrete anche pensare alla sua cameretta, ordinando i mobili, la culla e il fasciatoio. Vi diamo un piccolo consiglio: parenti ed amici sicuramente faranno a gara per fare un bellissimo dono al piccolo e, dato che i bambini hanno bisogno di moltissime cose, l’idea potrebbe essere quella di fare una lista (proprio come quella per le nozze!) in un negozio di articoli per l’infanzia. Il vostro bambino è ormai formato e nel sesto mese il suo peso raddoppia. Ascolta i suoni, si succhia il pollice e scalcia.

    L’ultimo trimestre di gravidanza

    Ormai ci siamo quasi, mancano solo tre mesi e finalmente potrete conoscere il vostro piccolo! L’emozione comincia a farsi sentire e per seguire l’andamento della crescita del bambino e la sua posizione è necessario sottoporsi l’ultima ecografia insieme ad esami del sangue, delle urine, l’esame microbiologico vaginale e la velocimetria doppler (per verificare che l’apporto di sangue sia regolare). Il settimo mese è il momento ideale per iniziare a seguire un corso pre parto: ci sono tantissime alternative, da quelli classici che tengono in ospedale, fino ai corsi che insegnano tecniche particolari di respirazione e di rilassamento per affrontare il momento del parto nel modo migliore. Gli emisferi cerebrali del piccolo, in questo periodo si espandono enormemente. Pensate che nel settimo mese di gestazione il nascituro si muove al ritmo della musica e addirittura mostra le sue preferenze in campo musicale! Arriva l’ottavo mese e con lui anche il momento di preparare la valigia per l’ospedale. Solitamente è l’ospedale stesso che fornisce un elenco delle cose da portare, sia per la mamma che per il bambino. E’ necessario poi affrontare gli ultimi esami medici: visita ginecologica, esami completi del sangue e delle urine, elettrocardiogramma, visita cardiologica, tampone vaginale e tococardiografia. Il piccolo è ormai pronto per nascere: sarà cresciuto di circa un chilo nell’ultimo mese e avrà sopracciglia e capelli. Il nono mese è quello più emozionante, carico di aspettative, paure e impazienza. Non preoccupatevi se il bambino tarda di qualche giorno a venire al mondo: il 65 % dei parti avviene qualche giorno dopo il termine! Proprio nelle ultimissime settimane, nella maggior parte dei casi, il bambino assume una posizione capovolta con la testa che scende nella cavità pelvica. Tutto è pronto per il miracolo di una nuova vita.

    Foto di

    dizznbonn

    funbobseye

    Frank de Kleine

    www.photographybyjoelle.com

    tofslie

    Dolcetto o scherzetto?