Intimità dopo una gravidanza

da , il

    donna incinta1

    L’arrivo di un bambino cambia notevolmente le abitudini familiari. I ritmi sono sfasati, s’impostano gli orari in base alle esigenze del piccolo e anche l’intimità non è più quella di prima. Dopo l’ansia da gravidanza lo stress d’astinenza post parto.

    Non è una vera e propria astinenza, ma quando si diventa genitori, soprattutto i primi mesi, ci si dimentica delle esigenze sessuali. E’ come se il desiderio calasse di botto e ci si ritrovasse appagati e soddisfatti senza la necessità di altro: basta che il bambino stia bene e sereno.

    La mancanza di desiderio è una questione ormonale: dopo il parto, l’aumento dei livelli di prolattina, l’ormone prodotto dall’ipofisi (una ghiandola di forma ovoidale situata nella testa) per stimolare la produzione di latte da parte della ghiandola mammaria, causa apatia sessuale.

    Poi, se hai avuto un parto naturale, subentra anche la paura di provare dolore. Vai magari dal medico per essere sicura di non avere problemi, di essere guarita totalmente da punti e ferite. Superato questi problemi, ricordati che sei madre, ma anche moglie ed è importante ritrovare l’armonia con il tuo compagno. Una gravidanza non deve cambiare la sfera sessuale: tu sei comunque bella, anche con qualche chilo in più e desiderabile.