Insegnare ai bambini ad andare in bicicletta: consigli utili

da , il

    Insegnare ai bambini ad andare in bicicletta: consigli utili

    Insegnare ai bambini ad andare in bicicletta richiede pazienza, buona volontà ed entusiasmo. Ovviamente non tutti i bambini hanno gli stessi tempi ed è molto importante rispettare queste differenze evitando paragoni, che in realtà ostacolano l’apprendimento. Le teorie su quale sia l’età giusta per farlo sono diverse e, quindi, è difficile identificare un momento migliore di un altro, tutto dipende dal bambino e anche dal desiderio che ha di provarci e imparare. In ogni caso si dice che una volta appresa la tecnica, non la si scorda più. Tanto vale armarsi di pazienza, buona volontà e insegnare ai nostri bimbi come si fa. Ecco allora alcuni consigli utili per riuscirci.

    Acquistare la bicicletta adatta

    Può sembrare scontato ma se la bicicletta acquistata non è adatta al bambino, tutto risulta più difficile. Va quindi scelta tenendo conto della sua età ed altezza, possibilmente consultando un negoziante esperto. E’ meglio evitare acquisti troppo costosi visto che la prima bici viene utilizzata per un tempo relativamente breve, il bambino infatti cresce in fretta e avrà bisogno ben presto di un modello nuovo.

    Acquista su Amazon la tua bicicletta a prezzo scontato

    Essere pazienti

    Non è affatto scontata la pazienza quando si insegna ai bambini ad andare in bicicletta e questo perché è facilissimo perderla. Tuttavia è un suggerimento importantissimo perché più sgridiamo il bambino, più otteniamo l’effetto contrario. Meglio fare un bel respiro e andare avanti incoraggiandolo. La buona volontà farà il resto.

    Evitare paragoni

    Sperare di ottenere un risultato paragonando le prestazioni del proprio bambino con quelle del fratellino, cuginetto, amico più grande ha l’effetto contrario. Innesca infatti la competizione e la paura di non essere all’altezza, a tutto svantaggio dell’apprendimento. Ogni bambino ha i suoi tempi e le sue modalità, rispettiamole, evitando di forzarli. E’ meglio esortarlo, incoraggiarlo, ma senza farlo sentire pressato e obbligato ad imparare.

    Iniziare da piccoli

    Abbiamo detto che non c’è un’età giusta per imparare ad andare in bici ma sicuramente abituare il bambino fin da piccolo a prendere confidenza con tricicli e biciclettine con ruote posteriori è una buona idea. La teoria delle rotelle è quella più amata, vale a dire abituare il piccolo a gestire la bici senza l’inconveniente dell’equilibrio. Una volt infatti che avrà appreso a frenare, pedalare, voltare, gli sarà più facile fare il passo successivo togliendo le rotelle.

    Raccontare le proprie esperienze

    Raccontare ai bimbi le proprie esperienze, per esempio la nostra primissima volta in bici, può essere un modo carino per invogliarli a provarci. Evitando di confessare però che ci siamo fatti malissimo e altri incidenti di percorso, è una piccola bugia a fin di bene.

    Proporre un po’ di teoria

    Certo, imparare ad andare in bici richiede più pratica che teoria ma qualche piccolo consiglio non ci sta male. Per esempio sul funzionamento delle ruote, su come si fa a voltare, su come bisogna fermarsi, in che modo evitare eventuali ostacoli e via dicendo. Si può anche dare l’esempio, facendo per esempio pedalare un altro bambino che sa già farlo. E magari farsi anche aiutare da un bimbo, a volte tra di loro si capiscono meglio.

    Insegnare l’utilizzo di mezzi di protezione

    Sebbene non siano obbligatori, i caschetti, paragomiti e altri mezzi di protezione possono tornare molto utili, specialmente quando si gira per strada. Quindi è bene informare i piccoli e farli indossare fin da subito, in modo che siano abituati all’idea di doverli utilizzare. Senza contare che possono dare loro un senso di sicurezza mentre imparano a pedalare in modo autonomo.

    Soccorrere rapidamente il bambino in caso di caduta

    Mentre impara ad andare in bicicletta il bambino si sente in pericolo o in difficoltà perché è una cosa nuova e apparentemente difficile. E’ quindi importante stargli vicino, anche quando comincia a pedalare da solo, in modo tale che, in caso di caduta, si possa intervenire rapidamente e soccorrerlo, ma soprattutto rassicurarlo con un abbraccio forte.

    Iniziare su tratti di strada pianeggianti

    E’ meglio evitare agli inizi discese ripide o salite, privilegiando piuttosto tratti di strada dritta. Si spinge leggermente il bambino facendolo pedalare diverse volte finché non arriva a una velocità tale da poter proseguire da solo. E così via finché non ci riesce, senza forzarlo.

    Provare con gli esercizi di equilibrio

    Gli esercizi di equilibrio sul posto possono essere utili per aiutare il bambino a mantenere l’equilibrio anche senza pedali. Si possono inoltre abbinare ad esercitazioni in cui il bimbo spinge la bici con i piedi a terra e, una volta che arriva a una certa andatura, li solleva.

    Seguire il bambino da dietro

    Un altro stratagemma utile per insegnare ai bambini ad andare in bicicletta consiste nell’accompagnarli da dietro. Ci si posiziona dietro alla bici e li si incoraggia a pedalare. Il fatto di sapervi vicino, pronti a sostenerli in caso di caduta, può invogliarli a lasciarsi andare e a sperimentare con maggior coraggio. Le mani però non dovranno sostenere la bici continuamente ma andranno, in alcuni momenti, tolte senza che se ne accorga. E una volta che avrà imparato potrete finalmente partire per una bella vacanza in bicicletta.