Inps, assegni familiari 2018: moduli, tabelle, arretrati e come richiederli

A chi spettano gli assegni famigliari 2018 erogati dall'Inps? Ecco tutte le informazioni per sapere se si ha diritto a percepire la somma di denaro erogata dall'Inps secondo le nuove tabelle 2018, e come presentare la domanda di autorizzazione al rilascio dell'Assegno al Nucleo Familiare ANF.

da , il

    Inps, assegni familiari 2018

    Gli assegni familiari 2018 erogati dall’Inps vengono corrisposti per sostenere il reddito delle famiglie con specifici limiti reddituali: ecco come richiederli, le tabelle da consultare, i moduli da compilare e gli arretrati che possono essere erogati. Lavoratori e pensionati con redditi inferiori ai limiti stabiliti possono infatti percepire un aiuto economico da parte dello Stato che verrà corrisposto direttamente dal datore di lavoro o dall’Inps.

    Assegni familiari ANF: cosa sono

    L’assegno nucleo familiare ANF è un’agevolazione destinata alle famiglie di lavoratori dipendenti e di pensionati che hanno un reddito inferiore ai limiti prefissati dall’Inps, limiti che vengono rivalutati ogni anno.

    Assegni familiari 2018: chi può richiederli

    L’assegno nucleo familiare ANF 2018 può essere richiesto da:

    • Lavoratori dipendenti
    • lavoratori dipendenti agricoli
    • lavoratori domestici
    • lavoratori iscritti alla Gestione Separata
    • titolari di pensione a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, dei fondi speciali ed ex ENPALS
    • titolari di prestazioni previdenziali
    • lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto

    che rientrino fra:

    • i cittadini italiani o dell’Unione Europea, residenti in Italia
    • i cittadini di altri Paesi con permesso di soggiorno e permanenza di lunga durata in Italia

    Per la richiesta degli assegni i componenti del nucleo familiare devono avere un reddito totale che non superi la soglia massima ISEE prevista dalla legge, dove per componenti del nucleo si intendono:

    • i coniugi non legalmente o effettivamente separati
    • i figli di età inferiore a 18 anni
    • i figli maggiorenni inabili, ma non coniugati
    • i figli di età compresa tra i 18 e 21 anni se studenti o apprendisti, se il nucleo familiare ha almeno 4 figli
    • i fratelli, le sorelle e i nipoti di chi richiede gli assegni, se minori o maggiorenni inabili, se orfani di entrambi i genitori e non abbiano diritto alla pensione ai superstiti e non coniugati
    • i nipoti di età inferiore ai 18 anni, viventi e a carico dell’ascendente

    Non fanno invece parte del nucleo familiare:

    • il coniuge legalmente separato
    • il coniuge che ha abbandonato la famiglia
    • i figli affidati all’ex coniuge nei casi di separazione o divorzio
    • i famigliari dei cittadini stranieri che non risiedono in Italia
    • i figli che non vivono con chi richiede l’assegno familiare
    • i figli maggiorenni non inabili
    • i figli minorenni o maggiorenni inabili e coniugati
    • i fratelli, le sorelle e i nipoti di chi richiede gli assegni, minori o maggiorenni inabili, orfani di un solo genitore o che hanno diritto alla pensione ai superstiti, opure coniugati
    • i genitori e gli altri ascendenti

    Tabelle Inps assegni familiari 2018

    Attraverso la consultazione delle tabelle ANF è possibile conoscere l’importo degli assegni familiari erogati mensilmente da parte dell’Inps.

    I limiti di reddito familiare contenuti nelle tabelle vengono rivalutati ogni anno in ragione del tasso d’inflazione, che per il 2017 è stata pari al 0,9% per cento.

    Per consultare le tabelle Inps degli assegni per il nucleo familiare con decorrenza dal 1 luglio 2017 fino al 30 giugno 2018 vi rimandiamo al link ufficiale sul sito Inps: clicca qui per le tabelle relative ai livelli reddituali da considerare per il periodo 2017-2018.

    Cliccando sul file Excel saranno consultabili le tabelle dalla n. 11 alla n. 21/D, ossia quelle relative al reddito familiare annuo di riferimento valido dal 1° luglio 2017 fino al 30 giugno 2018.

    I valori dell’importo complessivo mensile dell’assegno sono calcolati in base al livello di reddito del nucleo familiare e al suo numero di componenti, ma nei casi di particolari difficoltà, come nelle famiglie monoparentali o con componenti inabili i valori risultano essere più favorevoli.

    Il reddito familiare da considerare è quello relativo all’anno solare precedente il 1° luglio di ogni anno, quindi per il periodo dal 1° luglio 2017 al 30 giugno 2018 fanno fede i redditi del 2016.

    Assegni familiari 2018: come vengono erogati

    L’Assegno al Nucleo Familiare 2018 può essere erogato in 2 modalità:

    • Dal datore di lavoro – nel caso di lavoratori dipendenti, direttamente in busta paga
    • Dall’Inps – nel caso di: addetti ai servizi domestici, iscrizione alla Gestione Separata, operai agricoli dipendenti a tempo determinato, lavoratori di ditte cessate o fallite, beneficiari di altre prestazioni previdenziali. In questi casi l’Inps effettua il pagamento tramite bonifico presso ufficio postale o mediante accredito su conto corrente bancario o postale

    Assegni familiari 2018 Inps: gli arretrati

    E’ possibile inoltrare la domanda per gli assegni familiari arretrati, e in questo caso vengono corrisposti entro cinque anni, secondo il termine di prescrizione quinquennale.

    I datori di lavoro interessati al conguaglio di importi di ANF arretrati possono richiedere per ogni dipendente gli importi spettanti entro un tetto massimo di 3.000 euro.

    Assegni nucleo familiare 2018: come richiederli

    Se si rientra fra le famiglie che hanno diritto agli assegni familiari 2018 è necessario presentare domanda al proprio datore di lavoro, e nel caso la sua figura non fosse contemplata, inoltrare la domanda direttamente all’Inps.

    È da segnalare che se dovessero esserci variazioni nella somma dei redditi del richiedente e di quelli degli altri componenti della sua famiglia o se dovesse cambiare la composizione del nucleo familiare, è necessario inviare una comunicazione al datore di lavoro o all’Inps entro 30 giorni.

    La domanda, che deve essere presentata entro il 1 giugno di ogni anno, è scaricabile dal sito dell’Inps, e consiste in un modulo ANF/DIP (SR16).

    Modulo Inps per gli assegni familiari

    Per ottenere gli assegni familiari 2018 si deve presentare la domanda utilizzando gli appositi moduli ANF/DIP in formato PDF scaricabili dal sito o nelle sedi dell’Inps:

    Per maggiori informazioni relative agli assegni familiari consigliamo di:

    • telefonare al Contact Center Inps che risponde al numero verde 803.164 da rete fissa o al numero 06.164164 da rete mobile a pagamento
    • chiedere appuntamento a un consulente Inps o recarsi direttamente presso uno sportello
    • leggere le informative sul sito web www.inps.it
    • chiedere appuntamento a un consulente del sindacato di appartenenza
    • chiedere appuntamento a un consulente dei vari Patronati come A.C.L.I, E.N.A.S, I.N.A.C, E.P.A.S., ecc.