Influenza intestinale bambini: i rimedi e cosa mangiare

da , il

    Influenza intestinale bambini

    Il piccolo di casa lamenta mal di pancia, nausea e vomito? Colpa dell’influenza intestinale, probabilmente, un disturbo che non risparmia, oltre agli adulti, nemmeno i bambini. Un problema molto fastidioso, accompagnato da una serie di sintomi difficili da ignorare. Ecco qualche informazione utile per riconoscere l’influenza intestinale, i rimedi più utili e qualche consiglio su cosa mangiare.

    Di cosa si tratta

    Con il termine influenza intestinale si intende la gastroenterite, cioè il processo infiammatorio a carico dello stomaco e dell’intestino tenue. I sintomi più evidenti del disturbo, nei bambini come negli adulti, sono: la dissenteria, il vomito, la nausea, il malessere generale, il mal di pancia, i crampi addominali, sudorazione eccessiva e inappetenza.

    Chiariti i contorni della malattia, le sue caratteristiche principali e i sintomi con cui si manifesta, non resta che capire chi sono i colpevoli di un tale fastidio? Soprattutto i virus. In particolare, tra le cause virali più frequenti della gastroenterite nei bambini ci sono i rotavirus, seguiti da norovirus e adenovirus. Basta che il piccolo ingerisca acqua o alimenti contaminati dal virus per osservare, a distanza di uno o due giorni, i primi sintomi gastrointestinali.

    I rimedi

    Cosa prendere o, meglio, cosa somministrare al bimbo, in caso di influenza intestinale? Non molto o quasi nulla è la risposta più azzeccata. Infatti, solitamente non si prescrivono cure specifiche o medicinali per contrastare l’infiammazione. Gli unici rimedi utili sono basati sulla dieta e sul controllo dell’idratazione.

    Evitare la disidratazione, un rischio sempre in agguato in caso di episodi ripetuti di vomito, nausea e diarrea, è fondamentale. Allo scopo, oltre a far assumere al piccolo malato liquidi nell’arco della giornata, sotto forma di acqua o di bevande calde, possono essere utili anche le soluzioni reidratanti specifiche acquistabili in farmacia.

    Per contenere il malessere e i sintomi più fastidiosi, come la febbre, l’unico farmaco consigliato, sempre dietro prescrizione del pediatra, è il paracetamolo.

    Cosa mangiare

    La dieta giusta è l’alleata più efficace in caso di gastroenterite nei bambini. Niente di troppo complicato o regole troppo rigide, ma alcune raccomandazioni: meglio puntare su un’alimentazione leggera, preferibilmente prova di zuccheri o di grassi in eccesso, facilmente digeribile. Via libera, per esempio, al riso e alla pasta in bianco, al petto di pollo, ma anche al pane, ai cracker e alle patate (meglio se cotte al vapore o bollite).