NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Incontinenza post parto: gli esercizi per prevenire e risolvere il problema

Incontinenza post parto: gli esercizi per prevenire e risolvere il problema
da in Post Parto
Ultimo aggiornamento:
    Incontinenza post parto: gli esercizi per prevenire e risolvere il problema

    Moltissime mamme soffrono di incontinenza post parto, un problema che solitamente si risolve nel giro di qualche settimana. Lo sforzo a cui sono sottoposti i muscoli perineali durante il parto porta a un indebolimento del pavimento pelvico: per rafforzare la muscolatura sia durante la gravidanza che dopo il parto, è importante fare degli esercizi mirati di ginnastica. Ecco allora un elenco di tutti gli esercizi per prevenire e risolvere il problema.

    Dopo circa un mese dal parto, potrete iniziare a svolgere i vostri esercizi per l’incontinenza urinaria dopo il parto, ossia quando i punti dell’episiotomia o della sutura della lacerazione si sono asciugati e non provocano più dolore e fastidio. Inoltre in questo periodo di tempo, gli organi addominali e la muscolatura addominale avranno avuto il tempo di ricollocarsi nella cavità addominale, riprendendo tonicità ed elasticità. Non lasciate però trascorrere troppo tempo, gli esercizi dovranno essere eseguiti prima che siano trascorsi 5-6 mesi dal parto.

    Contraete il muscolo che circonda l’uretra come se doveste trattenere la pipì. Poi rilassatelo e ripetete l’esercizio, cercando di non stringere le natiche. Per valutare i progressi, quando andate a fare pipì, interrompete il flusso a metà (non fatelo più di una volta al giorno perchè interferireste sul corretto svuotamento della vescica): in questo modo vi accorgerete di quando la muscolatura perineale è pronta e potrete passare agli esercizi successivi.

    Mettetevi in posizione sdraiata sul letto o sul divano e praticate delle piccole contrazioni, come se tratteneste la pipì. Ripetetele per dieci volte con un rilassamento di 10 secondi fra una e l’altra. Cercate di trattenere sempre più a lungo la contrazione, anche fino a 10 secondi, se ce la fate; in questo caso farete attendere 20 secondi fra una contrazione e l’altra.

    Infine eseguite da 5 a 10 contrazioni brevi e veloci e rilassatevi.

    Prima di eseguire questo esercizio, svuotate la vescica e assumete una posizione comoda e rilassata. Immaginate di avere un ascensore nel vostro corpo e contraete e tirate in dentro i muscoli attorno all’ano, la vagina e l’uretra. Trattenete la contrazione per cinque secondi e rilassatevi. Ripetete l’esercizio 4-5 volte al giorno.

    Oltre agli esercizi mirati, è importante anche camminare e svolgere attività fisica di qualsiasi tipo. In questo modo la ripresa della zona pelvica sarà più veloce ed efficace.

    Oltre agli esercizi e all’attività fisica bisogna prestare un po’ di attenzione ad alcuni fattori per evitare l’incontinenza in gravidanza: tenere contratti i muscoli del perineo durante uno starnuto o un colpo di tosse; non sollevare pesi eccessivi; non aumentare troppo di peso nei nove mesi della gravidanza; evitare di stare troppo a lungo in piedi.

    571

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Post Parto
    PIÙ POPOLARI