Vaccino antinfluenzale in gravidanza: benefici, rischi e controindicazioni

da , il

    influenza mamme

    Vaccino antinfluenzale in gravidanza? Decisamente sì, soprattutto per le donne che, all’inizio della stagione influenzale (tra novembre e dicembre) si trovano nel 2° o 3° trimestre di gestazione. Una scelta intelligente, per la futura mamma, ma anche per il piccolo che porta in grembo, che, come rassicurano gli esperti, non comporta rischi per il feto. Per orientarsi meglio nella scelta, per capire come tutelare al meglio la salute durante la gravidanza, proteggendosi anche dall’influenza, ecco qualche informazione utile sui benefici, i rischi e le controindicazioni, del vaccino antinfluenzale.

    In gravidanza il rischio è più elevato

    Un dato importante, per convincere le donne in dolce attesa sull’opportunità di sottoporsi al vaccino. Il rischio di contrarre l’influenza durante i nove mesi è più alto, ma non solo. Anche le probabilità di andare incontro a complicazioni legate all’influenza, di essere ricoverate in ospedale e di ricevere cure intensive è più alto (10 volte superiori rispetto alla popolazione generale).

    Il vaccino protegge la mamma e il bimbo

    Il Ministero della salute italiano e l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomandano la vaccinazione a tutte le donne che, all’inizio della stagione influenzale (tra novembre e dicembre) si trovano nel 2° o 3° trimestre di gestazione e rassicurano sul fatto che il vaccino, costituito da virus morti, non comporta alcun rischio per il feto, in nessuna fase della gravidanza.

    Un alleato della prevenzione, per proteggere la salute della futura mamma, tenendo a debita distanza i virus influenzali di turno, ma anche per preservare quella del nascituro. Infatti, il vaccino antinfluenzale è in grado di fornire al piccolo una sorta di “barriera” per difendersi efficacemente dal contagio durante i primi mesi di vita. Il neonato, ricevendo gli anticorpi provocati dalla vaccinazione direttamente nel pancione dalla madre, è protetto da eventuali contagi per i primi quattro mesi di vita.

    SCOPRI TUTTO SUL VACCINO ANTINFLUENZALE

    Niente rischi o controindicazioni

    Al bando i timori, per le future mamme il vaccino antinfluenzale è assolutamente consigliato: non aumenta il rischio di aborto spontaneo e non mette in pericolo la salute della nuova piccola vita che sta crescendo nel pancione.

    Un’unica avvertenza per le gestanti all’inizio della gravidanza. Durante i primo trimestre di dolce attesa, la somministrazione della vaccinazione antinfluenzale dovrebbe essere subordinata a un’attenta valutazione da parte dello specialista, perché la letteratura scientifica in materia non fornisce ancora dati certi sugli effetti del vaccino in questa fase della gravidanza.

    IL VACCINO ANTINFLUENZALE ANCHE PER I BAMBINI