Il sesso del nascituro è determinato dalla forma fisica della madre

da , il

    fare figlie femmine

    Siete incuriosite dal sesso del nascituro ma non avete ancora fatto l’ecografia? Bene, una nuova ricerca ha determinato che il bimbo sarà maschio o femmina in base alla forma fisica della mamma. Gli esperti della Okayama University e della Kyushu University (Giappone) sostengono che una donna forte faccia soprattutto figlie femmine e una più debole maschi. È ovvio che non si tratta di verità assoluta, quanto dell’inclinazione del corpo di garantire una prole in salute.

    Questa tesi mi lascia davvero molto sorpresa (e dubbiosa), come credo sia anche per voi. Cerchiamo quindi di capire su quali basi, i ricercatori siano stati in grado di elaborare questa teoria, tenendo conto che questo studio trae le sue origini in quella che più comunemente è chiamata “conservazione della specie”.

    I test, realizzati su modello animale (il Gnatocerus cornutus, parassita della farina) hanno mostrato le differenze della prole se il padre o la madre erano fisicamente forti. I papà più virili rendevano più probabile la nascita di figlie femmine con “stazze” maschili, ma meno fertili. Se, invece, le madri erano più deboli nascevano più maschi.

    Il dottor David Hosken dell’Università di Exeter ha dichiarato: “Il nostro studio mostra che le femmine sono in grado di polarizzare il rapporto tra i sessi dei loro figli in modi sorprendente e sottile. Questi risultati gettano nuova luce sul perché alcune famiglie hanno un sacco di figli maschi, mentre altre principalmente figlie”.