Il secondo mese di gravidanza, cosa succede?

Cosa succede durante il secondo mese di gravidanza? Scopriamo passo passo come procede questa fase della gravidanza, che è ancora agli inizi. Vediamo quali sono i sintomi caratteristici, come si sviluppa il feto, cosa fare e cosa è meglio non fare in questo mese del primo trimestre.

da , il

    Il secondo mese di gravidanza, cosa succede?

    Cosa succede al secondo mese di gravidanza? Il bambino sta crescendo e sta attraversando una fase importantissima, è al lavoro per diventare un ometto e ogni settimana sta compiendo passi da gigante. La pancia non si vede ancora e spesso in questo periodo si presentano alcuni sintomi caratteristici, ma ci sono ache gravidanze senza sintomi. Scopriamoli insieme e vediamo passo passo cosa accade al secondo mese di gravidanza.

    Come si sviluppa il feto durante il secondo mese di gravidanza

    Nelle quattro settimane del secondo mese di gravidanza il feto passa da 8 millimetri a 3 centimetri di grandezza. Sembra impossibile che la vita all’inizio sia così piccola, come una lenticchia. Eppure durante questo mese, in cui saranno iniziate le prime nausee e i primi sbalzi ormonali, il tuo piccolo sta attraversando il processo di organogenesi: tutti gli organi del bambino si strutturano: il sistema nervoso, i polmoni, il fegato, lo stomaco e il pancreas si sviluppano considerevolmente. La colonna vertebrale e i reni si formano così come i primi muscoli. Spuntano anche le orecchie, la lingua e la punta del naso. Con l’ecografia si può vedere tutto, anche se è ancora talmente piccolo che solo il medico riuscirà a leggere le immagini. Fai conto che alla fine dell’ottava settimana di gravidanza sarà circa 3 centimetri per un peso di 2 o 3 grammi.

    La sesta settimana è una delle più fascinose perché l’embrione fluttua nel liquido amniotico che lo protegge. È attaccato alla placenta attraverso il cordone ombelicale: da qui riceve i nutrimenti e l’ossigeno necessario per il suo sviluppo, ma sono anche eliminati anidride carbonica e rifiuti del metabolismo. Superata la settima settimana cessa di essere embrione e diviene feto, il viso si arrotonda e assume un aspetto più umano.

    Gli esami da fare durante il secondo mese di gravidanza

    Dopo aver fatto un test di gravidanza perché hai notato il ritardo del ciclo, devi prendere appuntamento con il tuo medico. Non hai ancora bisogno di grandi esami, ma è giusto un consulto e fare qualche esame del sangue per controllare che tutto sia in regola. Dovrai fare una visita ginecologica, sarai pesata (prendi nota perché il peso è un indicatore importante) e poi potrebbe prescriverti qualche integratore alimentare.

    Sintomi del secondo mese di gravidanza

    I sintomi del secondo mese di gravidanza comprendono:

    • Nausee, che puoi ridurre utilizzando rimedi naturali.
    • Stanchezza generale che è assolutamente normale, è sufficiente riposarsi un po’ e rilassarsi.
    • Perdite leggere e perdite bianche, dovute solitamente alla stimolazione delle secrezioni ghiandolari del collo dell’utero e della mucosa vaginale nonché all’aumento del flusso di sangue alla vagina.
    • Mal di testa o leggero stordimento, pancia gonfia, emorragie nasali, bruciori di stomaco, sono tutti sintomi che richiedono il consulto medico.
    • Perdite marroni, che sono normali purché non troppo abbondanti o accompagnate da crampi.
    • Pancia dura, dovuta per esempio alla presenza di stitichezza che a volte accompagna la gravidanza.
    • Dolori al basso ventre al mese 2 di gravidanza, di solito normali purché non acuti.

    Non ti preoccupare se hai leggere perdite nel secondo mese di gravidanza, ma se sono abbondanti e accompagnate da sangue e crampi addominali è indispensabile consultare il medico. Eventuale seno sgonfio al secondo mese di gravidanza non deve preoccupare perché ci sono donne che riscontrano questo sintomo senza tuttavia avere alcun problema. Ma per esserne certa, consulta comunque il medico. Nei primi tempi della gravidanza è probabile avvertire anche dolori al seno, di durata e intensità variabile da donna a donna, è del tutto normale. Ulteriori sintomi a 8 settimane di gravidanza sono le vampate di calore, che potrebbero presentarsi ancora ma non è nulla di allarmante, mentre la pancia a 8 settimane di gravidanza è ancora piccola, praticamente invisibile, fatta eccezione per alcune donne.

    Secondo mese di gravidanza: cosa non fare

    Si è soliti dire che è meglio non annunciare il lieto evento fino al terzo mese di gravidanza per scaramanzia, quindi sino alla nona settimana di gravidanza meglio tacere. In effetti il primo trimestre è il più delicato perché il bimbo è in formazione. Inoltre in questo periodo non assumere farmaci a tua discrezione, è importante consultare sempre il medico, anche se si tratta di farmaci apparentemente innocui.

    Per quanto riguarda l’alimentazione, non mangiare cibi che potrebbero causare toxoplasmosi, quindi carne e pesce crudi, e lava bene eventuali verdure fresche. Evita anche l’alcol e il fumo, che sono particolarmente dannosi in gravidanza.

    Viaggiare in aereo al secondo mese di gravidanza è vietato? Assolutamente no, non ci sono infatti controindicazioni ma se vuoi fare viaggi particolarmente lunghi, per precauzione, prenota un posto comodo, che ti permetta di muoverti più liberamente.