Il Paese migliore per le mamme? La Finlandia

da , il

    Finlandia miglior Paese per le mamme

    Il Paese migliore per le mamme sembra essere proprio la Finlandia, almeno stando al quindicesimo rapporto stilato dall’Ong Save The Children sulle condizioni delle madri in tutto il mondo. Il Paese scandinavo si conferma, per il secondo anno consecutivo, un’oasi di benessere e felicità per mamme e bimbi, un posto davvero perfetto dove pensare di mettere su famiglia.

    I Paesi scandinavi sono i migliori

    Ci sono i Paesi per vecchi e quelli per giovani, ma anche quelli che tutelano le madri come una preziosa risorsa, che mettono in campo strutture e fondi, aiuto concreti e normative ad hoc per rendere la maternità più semplice, per rendere un ruolo così complesso come quello della madre meno impossibile, almeno economicamente e burocraticamente. I Paesi scandinavi sembrano proprio essere nazioni di questo tipo. La Finlandia mantiene il primato, ma subito dietro di lei, sempre sul podio del migliori amici delle mamme, salgono le sue “vicine”, la Norvegia e la Svezia.

    Gli altri

    A seguire, poi, l’Islanda, i Paesi Bassi, la Danimarca, la Spagna, la Germania, l’Australia e il Belgio. E l’Italia? Non è esattamente tra i primi Paesi, nemmeno in questo caso, ma fa qualche passo in avanti, in tema di tutela delle madri e di condizione delle stesse, rispetto al rapporto di Save The Children del 2013, passando dal 17esimo posto dell’anno scorso all’11esimo di quest’anno.

    Cinque i parametri utilizzati per l’analisi: salute materna e rischio di morte per parto, benessere dei bambini e tasso di mortalità entro i 5 anni, grado di istruzione, condizioni economiche e Pil procapite, partecipazione politica delle donne al governo.

    Se l’Italia è tra i fanalini di coda del Vecchio Continente, i Paesi con le situazioni più difficili, per le madri e non solo, sono quelli più poveri, con le condizioni economiche, sociali e igienico sanitarie più critiche, come quelli dell’Africa sub-sahariana. Ultimo posto per la Somalia, preceduta dalla Repubblica Democratica del Congo (RDC) e, a pari merito, da Niger e Mali.

    La Finlandia, un esempio

    La Finlandia mantiene con orgoglio il primo posto di questa speciale classifica, stilata dall’Ong analizzando la condizione delle madri in ben 178 Paesi nel mondo, e si conferma un Paese attento alla famiglia e alla tutela della genitorialità. Un’attenzione particolare, che si esprime attraverso le leggi, la presenza di strutture scolastiche e di asili adeguati, ma non solo. Le mamme ricevono sostegno e aiuti concreti fin dalla nascita del piccolo. Un esempio su tutti? La baby box: una scatola, che diventa culla, con tutto il necessario per prendersi cura del bimbo nei suoi primi mesi di vita. Una sorta di bonus per aiutare le famiglie, in vigore nel Paese scandinavo fin dal secolo scorso.