Il neonato rifiuta il latte materno, la mamma scopre un cancro al seno

Il neonato rifiuta il latte materno, la mamma scopre un cancro al seno
da in Allattamento, Attualità per mamme
Ultimo aggiornamento:
    Il neonato rifiuta il latte materno, la mamma scopre un cancro al seno

    È una storia che commuove quella del piccolo Teddy, che poco più che neonato, decide di rifiutare il latte materno facendo scoprire alla mamma di avere un cancro al seno. Un piccolo eroe che, prima di qualunque tecnologia all’avanguardia, ha fiutato il pericolo per la propria mamma ed è riuscito, con la tenacia che contraddistingue i bambini della sua età, a far accendere un campanello d’allarme su un problema che poteva trasformarsi in tragedia. La mamma, infatti, era sotto controllo già dal 2013 per la presenza di una presunta cisti benigna al seno. La stessa che poi si è rivelata essere uno dei tumori alla mammella più aggressivi.

    Sarah Boyle, 26 anni e da poco mamma, aveva sentito parlare dei vantaggi che l’allattamento al seno procurava a mamma e figlio, ma non credeva che da questo gesto, comune quanto scontato, potesse dipendere la sua vita.

    sarah-boyle-fb

    «A sei mesi, Teddy ha iniziato a rifiutare il latte. Non voleva avere niente a che fare con il lato destro del mio corpo, nemmeno essere coccolato da quella parte. Stava provando a dirmi qualcosa: il mio istinto di mamma lo aveva capito».

    Preoccupata dal rifiuto categorico del suo latte da parte del piccolo, Sarah si è sottoposta a vari test diagnostici, tra cui la mammografia e la biopsia. In poco tempo ha scoperto una verità sconcertante: era affetta da un tumore al seno allo stadio II triplo negativo, una tipologia di tumore avanzato molto raro nelle donne della sua età. In poco tempo, la sua vita è stata completamente messa sottosopra, ma se non fosse stato per i “capricci” del suo Teddy non avrebbe mai sospettato di avere il cancro.

    «La mia ostetrica mi aveva detto che l’allattamento al seno rinforza il legame tra la madre e il bambino. Nel mio caso ha fatto di più: mi ha salvato la vita. Teddy percepiva che l’odore e il gusto del latte del mio seno destro erano diversi da quello del seno sinistro, e così lo respingeva. Il medico mi ha detto che non aveva mai visto niente di simile prima: mi ha detto che sono stata fortunata a scegliere di allattare al seno, altrimenti la mia malattia poteva non essere scoperta».

    Ora, dopo aver dovuto smettere di allattare al seno, Sarah sta seguendo un ciclo di chemioterapia e ha già programmato una doppia mastectomia, seguita da un intervento di ricostruzione del seno. La strada è forse lunga e impervia, ma il suo pensiero va alle donne: «È stato triste perdere i capelli ma fortunatamente ci sono un sacco di parrucche. Non avrei mai immaginato che avrei avuto il cancro così giovane, ma i medici dell’ospedale sono stati fantastici. Ora voglio dire alle altre donne di fare più controlli».

    Ricordate, la prevenzione prima di tutto! Inoltre, il cancro al seno può essere prevenuto anche a tavola, con una sana alimentazione e uno stile di vita corretto!

    538

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllattamentoAttualità per mamme

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI