Il massaggio thailandese fa bene ai bambini autistici

da , il

    baby massage

    I massaggi sono molto indicati nella crescita e nello sviluppo del neonato. Un recente studio ha individuato quello thailandese come molto utile nel trattamento dei bambini affetti da autismo. Questa tecnica un trattamento corporeo indicato per recuperare la “forza vitale“ e ristabilire l’equilibrio bio-energetico. Prende spunto dai concetti della medicina tradizionale cinese (MTC) e della medicina indiana ayurvedica, ed è arricchito da elementi di yoga e di stretching. La ricerca, invece, è stata condotta dai ricercatori del Rehabilitation Centre della Thai Red Cross Society in Thailandia.

    Per lo studio sono stati coinvolti 60 bambini affetti da autismo di età compresa tra i 3 e i 10 anni. I partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi ed erano tutti sottoposti a terapia d’integrazione sensoriale standard. Un primo gruppo ha ricevuto come integrazione un ciclo di trattamenti a base di massaggio tradizionale thailandese. Gli appartenenti al secondo gruppo, quello di controllo, soltanto la terapia d’integrazione sensoriale standard.

    Risultati? Ci sono stati miglioramenti statistici riguardo i problemi di comportamento, iperattività, disattenzione-passività, indice di iperattività e comportamento del sonno. I report compilati dai genitori invece hanno riportato soltanto un miglioramento riguardo l’ansia negli appartenenti al gruppo trattato con il massaggio. Non male, dire che è un approccio che si può sperimentare.