Il fumo in gravidanza aumenta il rischio di aborto spontaneo

da , il

    La scioccante verità sul fumo

    Che il fumo fosse altamente sconsigliato durante la gravidanza era cosa nota. Sono tanti gli studi che hanno dimostrato come l’abitudine della sigaretta durante i nove mesi di attesa sia estremamente nociva per la salute del feto, e che possa addirittura provocare malformazioni e danni a livello di DNA. Ad irrobustire ulteriormente la quantità di informazioni e di statistiche che possediamo sulla pericolosità del fumo, arriva un nuovo studio giapponese che mette in guardia le donne incinte e fumatrici. Il rischio di aborto spontaneo per le gestanti che non rinuncino al piacere quotidiano delle sigarette è molto maggiore che non per le future mamme “virtuose”.

    Si parla, però, di un consumo significativo di “bionde”, almeno un pacchetto da 20 al giorno, e i dati si riferiscono soprattutto ai primi mesi di gravidanza, quelli considerati più delicati. Ma vediamo nel dettaglio. La ricerca è stata condotta dal team di ricercatori dell’Università di Osaka, coordinato da Sachiko Baba, e poi pubblicata sulla rivista Human Reproduction. Analizzando un campione di 1300 donne, 430 delle quali avevano subito un aborto spontaneo nel corso del primo trimestre di gestazione, i medici hanno scoperto che, a parità di altri fattori, le fumatrici erano predisposte più del doppio, rispetto alle altre, alla probabilità di perdere il loro bambino.

    Cifre e percentuali importanti, dunque, che inducono a riflettere. Se è vero che, in passato, analoghe indagini, a proposito di correlazione tra fumo e aborto spontaneo, avevano mostrato esiti controversi , pure è innegabile che tante sigarette, durante la gravidanza, non fanno certo bene alla salute della mamma, ma sicuramente producono danni sul feto. Il fumo viene assorbito attraverso il sangue materno e il sistema immunitario in formazione del bebè non è in grado di attivare un meccanismo di difesa. Ecco perchè è importante che, almeno durante i nove mesi (non è poi molto!), la futura mamma si astenga da questa pessima abitudine. Se, poi, la pausa forzata porterà a smettere del tutto con le sigarette… ben venga!