Il 35% dei bambini è obeso o in sovrappeso

da , il

    obesita bambini italiani

    Più di un terzo dei bambini italiani ha problemi di peso. Secondo quanto emerso da un recente convegno “Nuove linee di indirizzo in tema di riabilitazione: l’obeso grave come paziente ad alta complessità”, tenutasi a Milano, il 35% dei piccoli è obeso (13%) o in sovrappeso (22%). La situazione è drammatica e bisogna assolutamente pensare di fare qualcosa. Lo sto dicendo ai genitori, perché i medici da anni sono all’opera con campagne informative capillari che stanno iniziando a dare qualche risultato, ma sono ancora pochi.

    Antonio Liuzzi, coordinatore del Rapporto sull’Obesità in Italia dell’Auxologico, ha commentato: “Vediamo pazienti rifiutati dai reparti di riabilitazione specialistica perché gravemente obesi e non accettati dai reparti di riabilitazione per l’obeso, perché complicati da patologie specialistiche soprattutto respiratorie”.

    Non possiamo accettare che i nostri bimbi oggi paffuti, domani abbiano problemi di salute tali da non riuscire ad affrontare serenamente gli anni futuri. Il primo passo però va fatto in casa, con una dieta sana e studiata. È importante, per esempio, che i genitori preparino i piatti e introducano verdure almeno due volte al giorno.

    Inoltre, i bambini devono fare del movimento, anche se non ne hanno voglia e qualche cartone animato o videogioco potrebbe risultare più interessante. Devono assolutamente muoversi, bruciare calorie e interagire con altri piccoli della loro età. La fatica fisica aiuta a regolarizzare i ritmi del sonno e a contrastare l’obesità.