I bambini imparano a scrivere prima con il pc

da , il

    bambini pc

    I bambini con l’uso del pc imparano molto prima a scrivere. Dimenticate la penna e gli esercizi nelle righe. Ve li ricordate? La gambina si arriccia lì, la Q maiuscola può essere fatta in due modi diversi e poi anche la E maiuscola non è facilissima. Con il pc tutto è un po’ elementare, basta cliccare sul tasto giusto e la macchina fa tutto per noi. Pensate che negli Stati Uniti stanno decidendo se eliminare o meno l’uso di foglio e penna. Per esempio, per i provveditori agli studi nello Stato dell’Indiana, ai bambini delle elementari basteranno un paio d’anni di lezioni di scrittura, giusto per sapere come stringere la matita.

    Usare la penna è molto difficoltoso e porta via più tempo del pc. Quindi stanno cercando di eliminare questa prassi per aiutare i piccoli con dei corsi di scrittura intensiva alla tastiera. Insomma, la tecnologia sta davvero rivoluzionando la vita.

    Trovo però che la scrittura manuale non debba essere totalmente sostituita. Il bambino ha bisogno di esprimersi anche in questo modo. È d’aiuto anche per l’apprendimento, seppur decisamente più difficoltoso, perché il pupo deve pensare a cosa sta scrivendo e a quale forma dargli.

    Siete dell’idea che la tecnologia allontani da tradizioni, da abitudini e prodotti familiari? Non voglio criminalizzare il pc, ma certo l’uso che se ne fa non sempre è salutare. Gli americani hanno commentato: “Vogliamo che i bambini sappiano leggere quanto viene scritto a mano. Ma al di là di questa necessità, la scrittura a mano è obsoleta. È un’arte in via di estinzione. Quasi nulla viene scritto a penna oramai”.

    Dolcetto o scherzetto?