Halloween bambini: tutti i simboli della Festa

da , il

    Halloween bambini simboli

    Halloween è la Festa autunnale per eccellenza, attesa dai bambini con trepidazione perché costituisce una sorta di divertente anticipo di Carnevale. Ad Halloween ci si può travestire, organizzare festicciole e mangiare un sacco di golosità, decorare la casa con simboli tipici ispirati alla notte e alle sue tenebrose creature. Per non parlare del trionfo delle zucche, intagliate o usate come ingrediente per “mostruose” ricette in tema. Tutto questo immaginario halloweeniano, che ci arriva direttamente dai Paesi anglosassoni, ormai l’abbiamo fatto nostro, mescolandolo con le tradizioni e le leggende popolari tipicamente nostrane legate alla vigilia di Ognissanti, tra il 31 ottobre e il 1° novembre. Ma siete sicuri di sapere tutto, ma proprio tutto, sui simboli di Halloween? Sulle streghe, sui gatti neri, sulle zucche e sui fantasmi? Vediamo di scoprire qualcosa di più…

    La zucca

    La zucca di Halloween non è certo un ortaggio normale… Essa viene svuotata e intagliata in modo da creare una fisionomia mostruosa, e illuminata dall’interno con una candela. In questo modo diventa una lanterna in grado di spaventare le creature soprannaturali che si avvicinino alla casa, e in particolare lo spirito dannato di Jack, protagonista dell’omonima leggenda di Halloween…

    Le streghe

    Le streghe sono sempre presenti nell’immaginario di Halloween, e spesso le bambine amano scegliere proprio la maschera di streghetta per i loro travestimenti. Ma in realtà queste creature infernali… altro non erano che donne un po’ speciali, delle vere e proprie guaritrici. Esse conoscevano tutto sulle proprietà delle piante e delle erbe, e usavano questi ingredienti per preparare medicinali e pozioni usando grandi calderoni in cui bolliva sempre dell’acqua. Viste come delle maghe dalla popolazione, spesso sono state oggetto di persecuzione, pensiamo solo all’epoca della Riforma protestante e dell’Inquisizione cattolica. Bruciate al rogo come streghe diaboliche, queste donne tornano sotto forma di spiriti nella notte di Halloween per spaventarci…. Brrrr! Non vi preoccupate bambini, è solo fantasia!

    Dolcetto o scherzetto?

    Dolcetto o scherzetto è la frase che i bambini americani pronunciano la sera di Halloween davanti ai propri vicini di casa per farsi regalare tante leccornie, soprattutto biscotti, caramelle e mele glassate, durante il loro giro di ricognizione che è un vero e proprio rito. Sapete da cosa ebbe origine questa divertente tradizione? Dall’antichissima usanza celtica di lasciare del cibo davanti alla porta di casa la vigilia di Ognissanti, la futura notte di Halloween, per tener buoni gli spiriti dei morti in modo che non entrassero a spaventarli nel cuore della notte…

    I gatti neri

    I poveri gatti neri godono di una fama ingiusta: quella di portare sfortuna. Di solito sono inseriti anche come simboli di Halloween perché anticamente si credeva che fossero animali del diavolo o streghe incarnate, e quindi venivano bruciati al rogo… Povere bestioline. Oggigiorno, invece, ci piacciono moltissimo e semmai li facciamo diventare i re della Festa di Halloween!

    I fantasmi

    Non potevamo non terminare con i fantasmi, sempre presenti in ogni Festa di Halloween che si rispetti, così come teschi e scheletri. Essi rappresentano i defunti che nella notte di Ognissanti ritornano a far visita ai vivi per terrorizzarli… almeno così vuole la superstizione popolare. Naturalmente non accade questo, ma il travestimento da fantasmino è sempre molto divertente… giusto?