NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Gravidanza ectopica: sintomi, cause e terapia

Gravidanza ectopica: sintomi, cause e terapia
da in Gravidanza, Gravidanza A Rischio
Ultimo aggiornamento:

    gravidanza-ectopica

    La gravidanza ectopica ha luogo quando l’impianto dell’ovocita fecondato non avviene, come di consueto, nella cavità uterina. All’incirca l’1,6% delle gravidanze sono di natura ectopica, un dato piuttosto sconcertante dato che i rischi sono gravi. Ne esistono due principali tipologie, quella intrauterina con impianto in sede impropria e quella extrauterina, quando l’impianto si verifica al di fuori dell’utero. Scopriamo quali sono i sintomi, le cause, la terapia, i fattori di rischio e come riconoscerla.

    Anzitutto va precisato che tutte le gravidanze in fase iniziale sono extrauterine. Difatti nei primissimi giorni l’embrione rimane nella tuba, raggiungendo solo in seguito la cavità uterina. Durante questo trasferimento, può capitare che l’embrione devii il suo percorso: tra le cause principali lesioni anatomiche alle tube dovute a precedenti infezioni ginecologiche come gonorrea e clamidia, esiti cicatriziali, endometriosi pelvica, appendicite, tumori tubarici, squilibri ormonali.

    In altri casi l’embrione si sviluppa eccessivamente andando a impiantarsi nella tuba di Fallopio, provocando così la cosiddetta gravidanza ectopica extrauterina tubarica, a sua volta suddivisibile in diverse forme: ampollare, interstiziale, istmica, peritoneale primitiva. Più di rado l’embrione si annida in altre sedi, come nel caso della gravidanza ectopica addominale, gravidanza ectopica ovarica e tubo-ovarica.

    Nonostante ogni donna reagisca in modo soggettivo, tra i primi sintomi di gravidanza extrauterina si annoverano crampi addominali, dolori al basso ventre, emorragie uterine, mal di schiena, amenorrea, vomito, febbre, nausea, tensione pelvica e ipotensione. Da non sottovalutare anche i sintomi psicologici in seguito a diagnosi di gravidanza ectopica, si tratta infatti di un’esperienza traumatica che può provocare senso di rabbia, tristezza se non addirittura depressione.

    Qualora gli esami confermino la gravidanza extrauterina, che a quanto pare è in pericolosa relazione col fumo, il medico potrà decidere se procedere con un intervento di pulizia delle pareti dell’utero, detto D&C, dilatazione e curettage. Se la diagnosi è precoce, può essere consigliata una semplice terapia farmacologica oppure una laparoscopia e successivo intervento chirurgico, detto salpingotomia laparoscopica, che prevede l’apertura della tuba e la rimozione del tessuto formatosi con la gravidanza.

    436

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaGravidanza A Rischio
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI