Gravidanza e toxoplasmosi: le regole per evitare i rischi

Ecco tutte le regole da seguire per evitare i rischi di contrarre la toxoplasmosi in gravidanza e tutte le paure sui gatti e la malattia.

da , il

    Gravidanza e toxoplasmosi: ecco le regole per evitare i rischi. La toxoplasmosi è un’infezione causata dal Toxoplasma grondii: molti ce l’hanno senza nemmeno saperlo, perchè può essere asintomatica o con sintomi simili ad altre malattie. Una volta contratta l’individuo ne rimane immune per sempre, ma se presa in gravidanza può rivelarsi molto pericolosa per il feto, soprattutto nella fase iniziale. Ecco i consigli e le regole da seguire per evitare i rischi.

    Lavare bene la verdura cruda

    Se non avete mai contratto la toxoplasmosi e siete in gravidanza, evitate il consumo di cibi crudi. Tuttavia se volete mangiare verdura fresca, lavatela con abbondante acqua, facendo attenzione ad eliminare completamente ogni residuo di terriccio. Per una migliore pulizia, utilizzate anche le soluzioni disinfettanti apposite per alimenti o il bicarbonato di sodio.

    Attenzione alla frutta a contatto con la terra

    La frutta che cresce sugli alberi non dovrà destare particolari preoccupazioni. Per la frutta che cresce a terra vale invece la stessa regola della verdura cruda: dovrà essere lavata con particolare cura, anche con l’aggiunta di disinfettanti, per eliminare ogni residuo di terriccio.

    La carne deve sempre essere ben cotta

    Uno degli alimenti più pericolosi, che potrebbe far contrarre la toxoplasmosi in gravidanza, è la carne cruda. Potete mangiare la carne solo se ben cotta all’interno, mentre saranno assolutamente da evitare le carni al sangue o il carpaccio.

    Sì ai salumi cotti, no a quelli crudi

    Per evitare la toxoplasmosi in gravidanza bisogna fare particolare attenzione al consumo dei salumi e degli insaccati in generale. Si possono mangiare solo salumi cotti, come il prosciutto cotto o la mortadella. Assolutamente vietati prosciutto crudo, salami, speck o bresaola. Da fare attenzione anche ai wurstel già confezionati: è sempre meglio cucinarli per evitare eventuali rischi.

    Lavarsi sempre bene le mani prima e dopo i pasti

    Durante tutto il periodo della gravidanza, sarà buona abitudine lavarsi sempre con acqua e sapone le mani, soprattutto quando si maneggia carne cruda, verdura e frutta, o terriccio.

    Lavare utensili e stoviglie venute a contatto con alimenti non lavati

    Per evitare di contrarre la toxoplasmosi in gravidanza è importante lavare con acqua e sapone tutti gli utensili e le stoviglie che sono venuti a contatto con i cibi crudi.

    Fare giardinaggio con guanti e protezioni

    Chi ama il giardinaggio non dovrà rinunciarvi, ma sarà opportuno, per evitare di prendere toxoplasmosi in gravidanza, indossare i guanti e lavare le mani al termine dei lavori. Se il terreno fosse contaminato da feci infette di animali, il rischio di contrarre la toxoplasmosi in gravidanza sarebbe davvero alto.

    Nutrire il proprio gatto con cibi cotti o già pronti e tenerlo in casa

    Toxoplasmosi e gatti? Ai gatti viene additata, la maggior parte delle volte, la colpa di trasmettere all’uomo la toxoplasmosi. In realtà il rischio che un gatto domestico contragga e trasmetta la toxoplasmosi è davvero basso, a meno che non venga a contatto con il terreno contaminato. Per evitare qualsiasi rischio, se avete un gatto domestico, sarà opportuno tenerlo in casa senza farlo mai uscire e cibarlo con alimenti già confezionati o ben cotti.

    Attenzione nella pulizia della lettiera

    Il rischio di contrarre la toxoplasmosi in gravidanza potrebbe esserci quando si viene a contatto con le feci dell’animale infetto e quindi nella lettiera. Sarà opportuno far pulire la lettiera a un altro membro della famiglia oppure indossare sempre i guanti e lavare le mani con acqua e sapone.