Gravidanza e obesità: in arrivo farmaco per mamme in sovrappeso

da , il

    gravidanza obesità farmaco

    Buone notizie per le donne con problemi di obesità che affrontano una gravidanza. Un gruppo di future mamme inglesi in forte sovrappeso, che quindi non avrebbero il tempo materiale per ridurre il carico ponderale durante la gestazione, sperimenteranno un farmaco che dovrebbe ridurre i possibili rischi legati al peso eccessivo. Le mamme obese, infatti, tendono ad avere molti più problemi e disturbi durante la dolce attesa, rispetto alle donne normopeso.

    Diabete gestazionale e eclampsia sono tra i possibili pericoli a cui vanno incontro, e il loro bebè, a sua volta, corre il rischio di aumentare eccessivamente di dimensioni già nell’utero materno (il che rende indispensabile praticare un taglio cesareo per farlo nascere).

    Inoltre, sappiamo anche che i figli di madri con grossi problemi di peso rischiano a loro volta di diventare obesi fin da piccoli e di sviluppare malattie del metabolismo come il diabete. Per questo motivo, il Liverpool Womern’s Hospital, somministrerà a 100 donne incinta in forte sovrappeso, un farmaco a base di metformina, già adoperato dalle mamme diabetiche per impedire l’eccessivo apporto di zuccheri al feto.

    “L’obiettivo è di cercare di migliorare gli esiti della gravidanza per le donne in sovrappeso – ha spiegato Andrew Weeks, che ha coordinato la sperimentazione – Il problema è che queste donne tendono ad avere bambini più grandi, e altri problemi dovuti all’obesità si riflettono poi sul parto. Inoltre speriamo diminuiscano i casi di pre-eclampsia, che in queste donne sono più frequenti”.

    La sperimentazione avverrà in questo modo: a metà delle pazienti verrà somministrato il farmaco a partire dalla 12ma settimana, per tre volte al giorno. L’altra metà assumerà un placebo. Se tutto andrà bene, l’esperimento si estenderà ad altri ospedali. “Non sempre si riesce a cambiare stile di vita repentinamente, come quando si scopre di aspettare un bambino – ha spiegato il medico – la metformina può essere un’arma in più nei casi difficili”.